Code Monkeys: divertimento a 8 bit

di Redazione 28

Tutti i mercoledì alle 21.00 va in onda su All Music un ‘originale serie animata composta da 25 episodi, suddivisi in due stagioni. Questa serie si chiama Code Monkeys. I nostalgici dei videogame a 8 bit non potranno non amarla, e se date uno sguardo alla grafica capirete il perchè.

La serie è prodotta da Monkey Wrangler Productions, ed è ambientato negli anni 1980 a Sunnyvale, in California. Dave e Jerry sono due programmatori di videogiochi che lavorano alla Gameavision. L’azienda viene acquistata da Mr. Larrity, un uomo d’affari texano, ricco e interessato solo al profitto.

La vita dei due programmatori è destinata ad essere stravolta. La serie è farcita di humor, nero e non, seguendo la miglliore tradizione delle serie degli ultimi anni. Come dicevo all’inizio, per gli amanti dei videogiochi sarà una goduria senza fine, accompagnata dalle note di Jon e Al Kaplan, e dalla sigla di Jonathan Coulton, l’omonima Code Monkey.

L’humor si accosta a continui riferimenti al mondo dei videogiochi, sia quelli del presente, sia le leggende come Castelvania e Super Mario Bros. Tra i personaggi della serie sono presenti sviluppatori “veri”, storici, che si recano a proporre i propri videogiochi alla Gameavision.

La veste grafica è adorabile: sembra un gioco per il Commodore 64: bassa risoluzione e pochi colori. I personaggi durante la serie acquistano punti e hanno associata una barra di stato che ne determina lo stato di salute. Assolutamente da provare, fino al Game Over finale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>