American Got Talent, lo show in arrivo dagli States

di Giulia Tarroni Commenta

American Got Talent è un talent show ideato in Inghilterra ma di acquisizione Americana, andato in onda sulla NBC per la prima volta nel 2006: da allora si sono succeduti cantanti, ballerini, maghi, attori, tutti ragazzi di grande talento in corsa per il premio finale, un milione di dollari. Sky Show e Sky Vivo finalmente sono riusciti a portare in Italia il famoso talent show, giunto alla sua quarta edizione.

Il programma è stato creato da Simon Cowell, che ha alle spalle numerosi altri successi quali The X factor e American Idol, tutti format accumunati dalla stessa passione per l’arte e dalla volontà di un gruppo di ragazzi di sfondare nel dorato mondo dello spettacolo.

Nel talent i ragazzi partecipanti sono esaminati da una giuria composta a tre membri: l’attore David Hasselhoff (ex bagnino televisivo in Baywatch), il giornalista Piers Morgan e Sharon Osbourne, moglie della rockstar Ozzy. I ragazzi hanno a disposizione dello spazio per mostrare la propria arte: ogni giudice invece ha un pulsante a sua disposizione, che decide di schiacciare se ritiene scarsa o insufficiente la performance cui sta assistendo.

Se tutti e tre i giudici esprimono un parere negativo, il provinato viene immediatamente eliminato: solamente tra gli ultimi dieci rimasti c’è il vincitore, scelto dal pubblico attraverso il televoto. Il porgramma è destinato a distinguersi dagli altri format già presenti sul palinsesto, grazie ad una struttura più snella, che si basa unicamente sulle esibizioni, con eliminazioni più dirette e commenti a caldo. Nessuna polemica sterile o buonismo inutile: solo esibizione, sudore e fatica.

Il programma negli USA ha riscosso un grandissimo successo, vincendo premi quali il BMI Film & TV Awards vinto nel 2009 e due nomination al Teen Choice Awards. Prossimamente il talent show sbarcherà anche in Italia su Canale 5. Riuscirà ad ottonere gli stessi risultati?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>