Home » Tutti pazzi per la tele, per il codacons ha fatto pubblicità occulta

Tutti pazzi per la tele, per il codacons ha fatto pubblicità occulta

Il Codacons ha fatto un esposto all’Antitrust contro Tutti pazzi per la tele, per la pubblicità occulta ad opera di Mike Bongiorno: il presentatore, ospite della puntata, si è presentato con il suo libro appena pubblicato e non ha perso l’occasione per citarlo e pubblicizzarlo.
La cosa sarebbe stata notata anche da Antonella Clerici, che ad un certo punto l’ha sfilato dalle mani del presentatore per mostrarlo direttamente ai telespettatori.

Questo è ciò che dice il Codacons a riguardo:

Va benissimo pubblicizzare in tv un prodotto – spiega il Codacons – ma i telespettatori devono essere chiaramente avvisati del messaggio promozionale cui stanno assistendo. In caso contrario, potrebbe palesarsi una pubblicità occulta, espressamente vietata dalle leggi italiane e comunitarie. Al riguardo il Tar Lazio ha affermato che “La legge vieta qualsiasi “camuffamento” di un messaggio pubblicitario sotto sembianze diverse allorché la dissimulazione della natura pubblicitaria del messaggio sia di per sé idonea ad indurre in errore il destinatario, pregiudicandone il comportamento economico”

La Rai era già stata condannata, per lo stesso motivo, per aver pubblicizzato, in una puntata di Quelli che il calcio, un libro di Bruno Vespa e ora il Codacons chiede all’Antitrust di verificare se Tutti pazzi per la tele abbia configurato la fattispecie di pubblicità occulta come fece la trasmissione di Raidue nel 2003.

Lascia un commento