Le Iene si scusano con Paolo Brosio per la finta telefonata di Papa Francesco

di Elide Messineo Commenta

Paolo Brosio a un certo punto della sua vita ha incontrato la fede e non ha fatto altro che raccontarlo tra libri e televisione, felice e soddisfatto dei risultati ottenuti dopo una vita di eccessi. Le Iene hanno deciso di fargli uno scherzo che però lui non ha affatto gradito.

La scorsa settimana è andata in onda la prima puntata de Le Iene, programma che spesso con gli scherzi esagera, come è successo con Paolo Brosio che ha ricevuto una finta telefonata da Papa Francesco. Dopo aver scoperto che si trattava di uno scherzo del programma, Brosio si è infuriato e ha deciso di non far mandare in onda il filmato, oggi sulla pagina Facebook ufficiale de Le Iene è arrivato un messaggio di scuse seguito da una serie di commenti degli spettatori: se da una parte c’è chi è divertito, dall’altra c’è chi condanna la mancanza di rispetto per la fede dell’uomo. Riportiamo il messaggio della redazione:

LE IENE, IL SANTO PADRE E PAOLO BROSIO
Alcuni di voi avranno letto che le iene la scorsa settimana hanno fatto uno scherzo a Paolo Brosio. Siccome sono state dette e scritte cose non accadute, ci teniamo a farvi sapere come realmente sono andati i fatti. Abbiamo contattato Paolo Brosio nel mese di agosto, facendogli credere che eravamo dei documentaristi americani e che stavamo producendo un filmato su Medjugorje. Gli abbiamo chiesto un’intervista, che abbiamo realizzato il 18 settembre, durante la quale è arrivata una finta telefonata di Papa Francesco che si congratulava con lui per il suo cammino di fede, per i libri che aveva scritto sulla Madonna e per la clamorosa conversione che tanta risonanza ha avuto in tutta Italia..
Il filmato che abbiamo realizzato è una straordinaria testimonianza di fede che per il momento non vedrete perché Paolo Brosio ha negato il permesso di trasmetterlo, in virtù di una profonda e sincera amarezza per l’accaduto. A rettifica della versione fatta circolare in rete precisiamo che Paolo Brosio non sì è “infuriato” venendo a sapere di esser la vittima di uno scherzo, ma dopo essersi commosso è stato colto da una profonda delusione che è durata per giorni. Di questo ci scusiamo con lui e con la sua famiglia.
la redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>