Sanremo 2012, compensi svelati da Vanity Fair

di Redazione Commenta

Andrea Scarpa di Vanity Fair ha svelato, in un articolo contenuto nel nuovo numero del settimanale, tutti i compensi dei maggiori protagonisti della 62esima edizione del Festival di Sanremo. Nelle ultime settimane non si è fatto altro che parlare del cachet stellare di Adriano Celentano: ora, veniamo a conoscenza anche di tutti gli altri compensi a partire da quello di Gianni Morandi, che ha guadagnato ben 800.000 euro più altri 500.000 per le telepromozioni.

Quest’anno, la Rai ha risparmiato sui colleghi sul palco di Morandi: 150.000 euro per Rocco Papaleo (l’anno scorso 150.000 euro a testa per Luca e Paolo) e 30.000 per Ivana Mrazova (l’anno scorso 160.000 a testa per Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez).

La Canalis e la Rodriguez, tornate sul palco di Sanremo anche quest’anno per due serate, sono costate alla Rai 120.000 in totale.

Per quanto riguarda le coreografie di Daniel Ezralow e di Franco Miseria, la spesa ammonta a 400.000 euro.

Gli altri costi sono stati i seguenti: 340.000 euro per la squadra degli autori, 75.000 euro per il regista Stefano Vicario (Duccio Forzano, l’anno scorso, guadagnò 100.000 euro), 98.000 euro in totale per gli ospiti internazionali.

Il Festival di Sanremo, in totale, è costato alla Rai, 18 milioni di euro più le spese per lo staff di Adriano Celentano.

Per quanto riguarda la Convenzione triennale con il Comune di Sanremo, dal 2012 al 2014, la Rai ha speso 9.021.679, 44 euro.

Le 60 persone impegnate nel Teatro Ariston hanno guadagnato per una settimana dai 5,60 agli 11,20 euro lordi l’ora per un massimo di 13 ore lavorative.

Per quanto riguarda gli incassi, la Rai ha guadagnato 20 milioni di euro tra spot e promozioni. 

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>