Sanremo 09, i teenager lo guarderanno e tifano Gemelli Diversi e Marco Carta, continua la polemica sul compenso di Bonolis

di Redazione 1

Arrivano notizie a raffica sul Festival di Sanremo 2009. Proverò a riassumervele tutte. Cominciamo subito: secondo un sondaggio di Habbo.it (intervistati 2595 ragazzi tra i 12 e i 18 anni) il 69,6% dei teenager vedrà il festival quest’anno (il 47,3% lo vedeva anche in passato). Dallo stesso sondaggio si scopre che secondo i giovanissimi la competizione di quest’anno dovrebbe essere vinta dai Gemelli Diversi (18,3%) o Marco Carta (18%), anche se il 23,6% degli intervistati non ha espresso un giudizio.

A proposito di Marco Carta: il cantante cambia il duetto e sceglie di esibirsi con i Tazenda. Rimanendo in tema di duetti: Albano ha scelto Michele Placido, che declamerà i versi della canzone e Tricarico sembra abbia convinto Lory Del Santo. Nessuna notizia ancora riguardo gli Afterhours e Dolcenera.

Capitolo Povia: mentre Claudio Amendola al Chiambretti Night è andato contro la canzone di Povia, dicendo che il senso della canzone è bruttissimo (“La frase della sua canzone è terribile: di cosa si deve ravvedere? La trova di una volgarità …”) il cantante ha già girato il video di Luca era gay: il protagonista del video è Massimiliano Varrese, attore romano che ha recitato in Tre metri sopra il cielo (musical) oltre ad aver già interpretato diversi ruoli per videoclip musicali.

Altro: Serena Dandini si prepara a condurre, supportata da Luca Calvani, una puntata speciale di Parla con me, in cui Elio e le storie tese proporranno una parodia delle canzoni di Sanremo, commentate da una giuria formata da Silvia Boschero, Gino Castaldo e Diego Bianchi; la Panini sta per stampare l’Almanacco del Festival di Sanremo, un libro di 1000 pagine a colori, ricche di novità, curiosità e storia del festival dal 1951 ad oggi; Riccardo Villari, Giovanni Pistorio e Marco Perduca annunciano un’interrogazione al ministro dell’Economia e propongono di stabilire un tetto ai compensi degli artisti Rai, dopo aver sentito dalla voce di Bonolis, che il suo compenso è di un milione di euro e il Codacons rilancia chiedendo, in caso di flop, che il conduttore restituisca il denaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>