La tv del 2010: da Vieni via con me al boom della cronaca nera

di Redazione Commenta

Foto: AP/LaPresse

I protagonisti della televisione del 2010 sono stati Roberto Saviano, i Mondiali di Calcio 2010 e la cronaca nera, tre fattori differenti, ma che hanno preso le redini dell’anno che sta per terminare.

Secondo Italpress ci sono vari motivi del perché il 2010 sia stato governato da questi tre fattori, ed ora li andremo ad analizzare.

Il primo è Saviano, che ha vinto la battaglia dell’Auditel, ed insieme a Fabio Fazio, ha dimostrato che in Italia è possibile avere una diversa tv.

Il secondo fattore è quello della giovane Sarah Scazzi, vittima di omicidio, una tragedia sulla quale la tv ha speculato per mesi, fregandosene della disperazione della gente e cercando di piazzare le telecamere ovunque. Numerosi sono stati i programmi che hanno preso di mira la tragedia di Sarah Scazzi, da Chi l’ha visto, che ha dato in diretta la notizia della morte di Sarah alla madre, a Pomeriggio Cinque ed altri programmi in prima e seconda serata.

Altro fenomeno dell’anno è stato, Romanzo Criminale 2 diventato un vero fenomeno mediatico intorno ai protagonisti della storia della Banda della Magliana.

Per quanto riguarda il giornalismo, il 2010 ci ha dato due nomi di punta, Enrico Mentana,direttore del Tg La7, e Michele Santoro, protagonista di Annozero .

Altro fenomeno mediatico del 2010 sono stati i Mondiali in Sud Africa con relativa figura della Nazionale Italiana e il Festival di Sanremo, condotto da Antonella Clerici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>