Exit, dopo le scuse di Ilaria D’amico, le reazioni di Beppe Grillo

di Diego Odello 3

Ilaria D’Amico si è dissociata dall’intervento di Beppe Grillo nell’ultima puntata di Exit e ha chiesto scusa alla propria azienda, agli spettatori e ai presenti (i politici Marrazzo, Urso, Tabacci), per quanto è accaduto mercoledì sera. Di cosa in particolare non si sa (forse delle parolacce dette in diretta, forse delle verità che il blogger ha riferito dopo averle raccontate al Parlamento Europeo, forse per non aver affrontato un contraddittorio, forse per l’irruenza con cui Grillo si è proposto visto che giornali e televisioni non gli danno spazio). Dice la conduttrice (fonte Adnkronos):

Avevo creduto di poter riportare dopo tanto tempo le posizioni di Grillo all’interno di un confronto televisivo corretto dedicato a tutti i telespettatori, anche a quelli che normalmente non amano la piazza. Evidentemente mi sbagliavo. Grillo ci aveva promesso un confronto aperto con gli altri ospiti e non potevamo certo immaginare che avrebbe abbandonato la diretta lasciando in sospeso molte domande e un dibattito che di fatto non si e’ mai avviato. Sono molto rammaricata e desidero scusarmi con tutti gli spettatori, con La7, con l’Editore Telecom Italia Media, con le tutte persone citate e con gli ospiti in studio. La presenza di Beppe Grillo pensavo potesse rappresentare un interessante elemento di dibattito su un tema così importante come la privatizzazione dell’acqua, che negli accordi presi con Grillo e nella costruzione del panel degli ospiti in studio, era l’argomento su cui avevamo concordato la sua presenza in diretta. Il suo intervento invece non solo ha divagato su temi molto diversi, dei quali evidentemente si è assunto la responsabilità, ma non ha lasciato nemmeno spazio al dialogo. La sua assenza dal collegamento prima, il suo repentino abbandono poi, hanno infatti impedito a me qualsiasi interazione e a tutti gli ospiti eventuali repliche.

Beppe Grillo può aver taciuto dopo simili dichiarazioni della D’Amico? Se uno si dovesse basare sui media italiani la risposta sarebbe al 99% si, ma se uno ha solo l’accortezza di dare un’occhiata al suo blog scoprirebbe che ha replicato e spiegato la situzione dal suo punto di vista (vi lascio il link così se volete potete leggervi il post nella sua interezza):

Ilaria D’Amico, Fabio Fazio e Pippo Baudo hanno una caratteristica in comune: la dissociazione. E’ una qualità necessaria per non perdere il posto di lavoro in televisione. Si dissociano ogni volta che i loro ospiti dicono la verità. Ho accettato di intervenire a Exit dalle 21.35 alle 22. E così ho fatto, forse ho sforato anche di qualche minuto. Nessuno mi ha pagato per la mia presenza. Ho chiesto solo di non proporre la pubblicità prima del collegamento. Ma così non è stato. Non ho promesso a nessuno di fermarmi per un contraddittorio. La dissociata D’Amico ha preso la pippite da Baudo che si scusò con Craxi. Ha imitato lo stuoino Fazio che si umiliò in diretta con Schifani dopo l’intervista a Travaglio.

Permettetemi due riflessioni:

una corretta informazione dovrebbe darvi conto anche della risposta di Beppe Grillo, per offrirvi il quadro più completo possibile per giudicare il suo comportamento e decidere se condividerlo oppure attaccarlo (se notate nel post Grillo dice di non aver mai garantito il contraddittorio, sbugiardando la D’Amico);

anche questa volta invece di parlare delle denunce di Beppe Grillo si è parlato del suo modo di porsi. Non sarebbe male se ci soffermassimo di più su tutto ciò che ha ricordato, fatti comprovati e che pochi hanno voglia di citare. Il nostro blog di televisione non è la sede più opportuna, ma almeno un’informazione completa ora l’avete.

Commenti (3)

  1. basta!!basta con questo beppe grillo che viene trattato come un padreterno, ogni cosa che dice è oro colato non si può andare in televisione, sparare a zero le solite 4 cose ormai fuori dal mondo, perchè dall’alto dei miliardi che guadagna forse non si è accorto che c’è una crisi economica e poi tagliare il collegamento senza nemmeno dare il tempo agli altri- che saranno pure stati in torto, per carità- di controbattere!
    ma quello che mi fa paura sono i suoi fedeli, ciechi di fronte a tutto….

  2. SONO PERSONALMENTE UN EVERSIVO E UN CANE SCIOLTO PER MOLTI VERSI,POLITICAMENTE PARLANDO.

    INVECE DI SBRAITARE CONTR GRILLO CHE,DOVREBBE INCENDIARE GI ANIMI DI TUTTI,PROVATE A FARE QUALCOSA DI CONCRETO INVECE DI
    SCRIVERE SOLTANTO E BASTA.

    SE PENSATE DI ESSERE MEGLIO DI ALTRI CHE HANNO ORAGGIO DI CONTROBATTERE QUESTO REGIME DEMOCRATICO,ALLORA FATE QUALCOSA DI RIDONDANTE.

    ENTRERETE NELLA STORIA ANCHE VOI E GUADAGNERETE MILIARDI COME LUI.

    BYEBYE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>