Sanremo 2011, Gabriella Ferrone a Cinetivu: “Mi pare di vivere una favola: mi piacerebbe vincere”

di Redazione 1

Gabriella Ferrone è una dei Giovani del Festival di Sanremo 2011, che inizierà domani sera in prima serata su Rai 1, dove presenterà il suo primo singolo Un pezzo d’estate.

Parto chiedendoti di raccontarti ai nostri lettori: chi è Gabriella?

E’ una ragazza semplicissima che viene da Capua, in provincia di Caserta. Ho 21 anni e ho sempre sognato il palco dell’Ariston e di far parte della musica italiana che conta. Questa che mi si presenta è una grande occasione e quindi spero di sfruttarla al meglio per andare avanti in questo mondo.

Sei al Festival grazie alla commissione di Area Sanremo, che ti ha scelta. Come hai vissuto quell’esperienza?

Se ci ripenso mi emoziono ancora. Era il secondo anno che riprovavo con Area Sanremo, ma lo scorso anno mi sono classificata tra i primi quaranta e non sono stata scelta. Per una testarda come me, è stato un motivo di sprono e quindi mi sono impegnata e ho studiato molto per ripresentarmi quest’anno. E vedo che i miei sacrifici sono stati premiati, dunque sono molto soddisfatta.

Cosa significa per te calcare il palco dell’Ariston?

Mi pare di vivere una favola. Di solito si guardano i cartoni animati e si pensa che i sogni si realizzino solo lì. Invece io sono viva, sono fatta in carne e ossa. La sensazione che provo, però, non te la so spiegare.

Come ti stai preparando? Ormai manca poco..

Pochi giorni fà sono ritornata a casa mia per farmi coccolare dalla mia famiglia, che sono abiutuata ad avere accanto ad ogni grande evento. Comunque ci stiamo preparando molto bene. L’album è finito: esce il 15 Febbraio e si intitola “Ora so” e conterrà ovviamente il brano di Sanremo. Aspetto con grande entusiasmo questo grande momento.

A Sanremo presenterai Un pezzo d’estate. Ce ne vuoi parlare?

Era un pezzo che l’autore aveva nel cassetto e che ha deciso di affidare a me a causa della mia fort personalità. E’ un brano che mi rispecchia tanto e credo di interpetrarlo al meglio perchè sono una persona molto forte e determinata caratterialmente.

Anche quest’anno il Festival è stato invaso dai reduci dei talent show. Che opinione hai verso quel genere musicale e televisivo?

Ho provato anch’io ad entrare nei talent show quindi ero consapevole di quello che stavo facendo e a cosa stavo andando incontro. Purtroppo noi giovani abbiamo pochissime possibilità per emergere, in tutti i campi (non solo nella musica). Avere qualcuno che mette a tua disposizione le sue capacità e il proprio impegno (come la De Filippi o la Maionchi) è un grande vantaggio per noi giovani. Mi verrebbe da dire: meno male che ci sono!

Qualche anno fa, al Treno dei Desideri, hai duettato con Anna Tatangelo. Che effetto farà ritrovarsela all’Ariston?

Se mi riguardo indietro, mi vedo come una piccola ragazza che era lì a duettare con il suo idolo, la Tatangelo. A distanza di quattro anni ho la possibilità di condividere il palco con lei, nella stessa situazione. E’ una grande soddisfazione.

Quali sono le tue aspettative per questo Sanremo?

Non sono ipocrita e dico che mi piacerebbe vincere. Ma mi piacerebbe molto anche il premio della critica. Spero che vada bene l’album e il dopo Sanremo, visto che è quello che conta.

Commenti (1)

  1. Da napoletano sono contento di essere rappresentato a Sanremo da una brava artista come Gabriella! Ho ascoltato il suo cd è trovo molto interessante la varietà di genere delle canzoni oltre che la bravura e sonorità di Gabriella. Sono rammaricato, però, che nello scorrere i pronostici non la danno per vincente ma ciò è solo perchè la sua casa discografica non può competere con le solite Sugar, EMI, Carosello ecc. SIAMO ALLE SOLITE!!!!!!!!!!!!! FORZA E IN BOCCA AL LUPO BRAVA E BELLA GABRIELLA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>