Lilit, Debora Villa a Cinetivu: “Era il momento giusto per il debutto alla conduzione. Se non ora quando?”

di Giulio Pasqui Commenta

Debora Villa è ospite dell’intervista di Cinetivu di oggi. La simpatica Villa è diventata la vera protagonista della seconda serata tv alla domenica sera. Quasi in contemporanea, infatti, vanno in onda la sitcom Così fan tutte su Italia 1 e il nuovo programma satirico Lilit – In un mondo migliore su Rai 3, che la vedono protagonista. Ma non è finita: presto tornerà a Camerà Cafè con grandi novità..

Lilit è il programma che sancisce il suo debutto alla conduzione. Sentiva che, questo, era il momento giusto per questo passo?

Si decisamente ora… Se non ora quando?

Come è nato il programma? E’ stata un’idea sua?

No, l’idea è di Marco Posani, già autore di Che tempo che fa, Glob e Vieni via con me. Un uomo illuminato e molto Lilit.

Ci spieghi di cosa parla Lilit.

Più che altro è il punto di vista la vera novità. Gli argomenti della trasmissione sono vari, ma il taglio della trasmissione è femminile.

Qual’è il punto di forza del suo programma?

Io. Scherzo! Senza fare retorica direi il gruppo, è proprio vero che l’unione fa la forza.

E’ rivolto al solo pubblico femminile?

Tutt’altro. E’ rivolto a tutti i lati femminili, ma soprattutto ai lati maschili di chiunque.

Nel cast figura anche Antonio Cornacchione. Perché avete scelto proprio lui?

Perché è bravissimo!!! E’ il mattatore della trasmissione.

Un personaggio che le piacerebbe ospitare?

Me stessa e interrogarmi sul femminile.

I critici hanno definito Lilit un programma radical chic. E’, per lei, un pregio o un difetto?

Sicuramente un pregio, visto che vengo da Pioltello, il vero bronx di Milano (negli anni ’80). Vuol dire che sono cresciuta e non solo invecchiata (sorride, ndr).

E’ in onda contemporaneamente la domenica con Lilit su Rai Tre e con Così fan tutte su Italia 1. Le piace più riguardarsi a Lilit o a Così fan tutte?

Beh sono strepitosa in ogni versione no?

Non c’è il rischio di sovresposizione?

Basta fare zapping x evitarmi…

Lilit ha preso il posto di Glob di Enrico Bertolino, con il quale aveva collaborato. Che ricorda ha di quell’esperienza?

Favolosa! Amo Enrico in ogni sua forma.

Si è parlato del ritorno di Camera Cafè. Tornerà ad interpetrare Patti?

Già fatto, a breve usciranno i prossimi episodi… Ci saranno sorprese!

Che ricordo ha dei suoi esordi nel mondo dello spettacolo?

 Terrificanti. Piangevo ad ogni fine registrazione di Skatafascio, ero semplicemente terrorizzata. Ma Paolo Rossi è il mio maestro e mi ha insegnato a domare la bestia.

C’è un’esperienza professionale che non ripeterebbe?

Si, ma non dico quale non sarebbe carino nei confronti di colleghi.

Qual è il suo sogno nel cassetto (sempre in ambito professionale)?

Diventare Lady Gaga.

Photo Credits | Giulia Comito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>