Le Iene: Luca Barbareschi aggredisce Filippo Roma. Il regista: “Mi hanno irretito verbalmente e fisicamente”

di Diego Odello 2

Questa mattina Filippo Roma e l’operatore de Le Iene sono stati aggrediti dall’Onorevole Luca Barbareschi: secondo la ricostruzione fatta dall’inviato del programma di Italia 1, che si era recato sul set di Mi fido dite, di cui Barbareschi è regista, l’aggressione è stata del tutto immotivata (fonte Ansa):

Neanche il tempo per fare due domande che lui è letteralmente impazzito, ha aggredito l’operatore, ha strappato di mano la telecamera, l’ha scaraventata per terra, l’ha schiacciata con le scarpe riducendola in mille pezzi … poi a me che sono l’inviato m’ha messo la mano in faccia, la classica mano in faccia, quella forte, m’ha aggredito fisicamente, mi ha dato anche calci e mi ha allontanato … Quando stavamo andando via, nel corridoio di questa location, ha nuovamente aggredito il nostro operatore, che aveva in mano l’iPhone personale e gliel’ha strappato, glie l’ha rubato … Passate tre ore da questa aggressione, siamo ancora di fronte alla fabbrica all’interno della quale c’è il set in attesa di riavere indietro l’iPhone. Considera che da ore all’interno di questo edificio ci sono tre carabinieri, un maresciallo, un comandante e un capitano. Abbiamo dovuto sporgere denuncia per avere indietro il cellulare. Il bello è che nessuno della produzione ha collaborato, hanno detto bugie, hanno detto che non è vero che gliel’ha rubato. All’inizio avevano confermato la nostra posizione, dicendo “si, ce l’ha lui, ma forse è rotto”, poi all’improvviso hanno cambiato versione … E’ evidente che mentivano per coprire Barbareschi … Io gli avevo semplicemente detto: “Complimenti stai portando il cinema italiano in Cina”. Che è un’affermazione contro la quale è giustificata un’aggressione fisica così veemente?

Luca Barbareschi ha replicato:

Oggi sono stato vittima di una vera e propria aggressione da parte di alcuni soggetti qualificatisi come inviati delle Iene, i quali muniti di telecamere, dopo essersi fraudolentemente introdotti sul set cinematografico del film ‘Mi fido di te’, malgrado già precedentemente respinti, mi hanno raggiunto nei locali dei servizi igienici dove mi trovavo. Lì non paghi di aver violato un privato domicilio e l’intimità del sottoscritto mi hanno irretito verbalmente e fisicamente tanto che ne è scaturita una colluttazione a seguito della quale la loro telecamera è andata in terra. Il tutto al cospetto dell’intera troupe. Dell’assurda vicenda sono stati informati i carabinieri e delle conseguenze se ne occuperà la magistratura.

Photo Credits | ANSA

Commenti (2)

  1. mediocre attore,insignificante regista,parlamentare ”fantasma’ ( uno dei tanti)’ a 17 mila euro (nostri) al mese, mi spiace dirlo ma questo ”onorevole” barbareschi si rivela nella fattispecie anche intollerante e violento, e anche bugiardo-a quanto leggo- avendo rubato il telefonino della iena solo per occultare le prove del pestaggio subito per mano sua dall’operatore-intervistatore. che gentiluomo questo mediocre artista nostrano,con tante scuse ai veri artisti….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>