Il senso della vita, Paolo Bonolis: “Ci proponiamo solo di dare un prodotto diverso ai telespettatori”

di Redazione 2

Foto: AP/LaPresse

Paolo Bonolis parla de Il senso della vita, il programma che torna su Canale 5 da domenica in prima serata, dopo tre anni di assenza (fonte Il Corriere della sera):

E’ una responsabilità maggiore, ma non è il primato degli ascolti che ci prefiggiamo come obiettivo. Ci proponiamo solo di dare un prodotto diverso ai telespettatori.

Il conduttore spiega come sarà strutturato il programma:

La prima parte sarà più leggera, di una leggerezza “pensosa”, la seconda, più densa, intensa, impegnativa.

Bonolis anticipa alcuni ospiti della trasmissione:

Nella prima delle dieci puntate previste avremo Christian De Sica con cui affronteremo il tema della morte, ma scherzandoci sopra, raccontando aneddoti … insomma per esorcizzarla. Walter Bonatti, per rievocare la storica scalata del K2. Poi avremo la foto-intervista di Luciano Ligabue, che si racconterà a cuore aperto … Una mamma ci verrà a raccontare il suo difficile rapporto con i suoi difficili figli. Una signora, definita da noi “la tettologa” ci verrà a spiegare l’importanza della chirurgia estetica, in particolare quella di rifarsi il seno. Un signore ci confesserà il perché, sin da piccolo, il suo sogno era quello di fare il becchino… Nessun politico tra gli ospiti tranne Antonio Borghesi dell’Idv, che racconterà come un suo ordine del giorno, che prevedeva l’abolizione del vitalizio a deputati e senatori, sia stato bocciato in Parlamento all’unanimità … ospiteremo Umberto Veronesi per parlare di nucleare e anche Jacques Fresco, un arzillo vecchietto ultranovantenne, per parlare del Progetto Venus, con cui promuove l’utilizzo della tecnologia al posto del denaro. Ma la grande novità è la partecipazione di giovani ricercatori da tutto il mondo che illustreranno progetti importanti. Tra questi, una giovane francese, che ha confezionato una sorta di serra, dove un gruppo di persone ha vissuto per un anno, nelle stesse condizioni in cui si trovava la terra prima della contaminazione dell’ambiente da parte dell’uomo. E un ragazzo del Malawi che, per salvare il suo paese dalla siccità, ha costruito un mulino con le sue mani.

Il conduttore ha un sogno (fonte Libero):

Mi piacerebbe fare una intervista con Roberto Saviano, a Vieni via con me ha stupito tutti, mi piacerebbe realizzare una foto-intervista con lui … il nostro Donelli non strepita come Masi perché certe cose vanno o non vanno fatte … Io spero che sia possibile, credo che Roberto sia d’accordo, ma l’azienda non è mia.

Ad affiancare Paolo Bonolis ci sarà come sempre Luca Laurenti, che si interrogherà sui massimi sistemi dell’esistenza e commenterà due classifiche, ma anche il saggista Piergiorgio Odifreddi, che tenterà di chiarire i grandi quesiti della vita attraverso le formule, e il critico musicale Gino Castaldo che offrirà una carrellata sui casi straordinari del genio musicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>