Domenica In, Lorella Cuccarini: “Vorrei Fiorello e Raffaella Carrà ospiti”

di Redazione 6

Lorella Cuccarini è pronta per condurre la nuova edizione di Domenica In – Così è la vita. La conduttrice, impegnata anche nel programma radiofonico di Radio 1, Citofonare Cuccarini, ha rilasciato un’intervista a Stop, svelando quali ospiti vorrebbe nel suo programma.

La Cuccarini vorrebbe Fiorello con il quale ha già recentemente collaborato in una puntata del suo show radiofonico:

Rosario è un amico e adesso spero di bissare presto questa collaborazione anche sul piccolo schermo. Mi piacerebbe ospitarlo nella mia prossima edizione di Domenica In, magari per scavare nella sua blindatissima vita privata e offrire al telespettatore un suo ritratto inedito. Certo, un traguardo strepitoso, per me, sarebbe quello di ritrovarmi un giorno alla guida di un gran varietà insieme a lui: potremmo presentare, cantare e ballare, interagendo tra noi e con i nostri ospiti.

Un’altra ospite alla quale Lorella Cuccarini sta facendo la corte è Raffaella Carrà:

Lo dico tutti gli anni e finora non è mai accaduto. L’ho sempre stimata, visto che è uno dei personaggi che hanno fatto la tv italiana. Spero che nel corso di questo mio terzo anno alla guida di Domenica In Raffaella decida di venirmi a trovare. Io sono qui che l’aspetto a braccia aperte.

Riguardo la nuova edizione di Domenica In – Così è la vita, la Cuccarini ha aggiunto:

In questi giorni stiamo facendo continuamente delle riunioni per confezionare la prossima edizione. Certo, visto e considerato il buon riscontro ottenuto lo scorso anno, continueremo a trattare temi di attualità, raccontando storie positive e ricche di insegnamento per chi le guarda.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (6)

  1. e il Papa non lo vuoi come tuo ospite cara Cuccarini?

  2. Lorella in bocca al lupo per la tua terza edizione di DOMENICA IN… se Fiorello e la Carra’ non accetteranno il tuo invito non fara’ niente tanto hai ottenuto lo share del 20% anche con ospiti come Orietta Berti o Little Tony quindi… sei tu che fai la differenza con il tuo garbo e professionalita’ superlative:-) buon lavoro:-))))

  3. Due ospiti che possono attrarre i ggiovani e gli anziani. Che televisione penosa…

  4. la Cuccarini vorrebbe Fiorello perchè è consapevole che, come è sempre accaduto, in prima serata da sola non ottiene grande successo mentre grazie a Rosario potrebbe almeno dividere al 50% con lui un grande ascolto che soltanto così la Cuccarini potrebbe riuscire ad avere in prima serata. Ma mi spiace per la Cuccarini ma lei dovrebbe sapere che storicamente Fiore ha sempre lavorato da solo. Al massimo Lorella potrebbe sperare di essere ospitata in futuro da lui anche se però c’è da dire che nel suo ultimo programma di grandissimo successo Fiorello non l’ha invitata. Si sarà chiesta il perchè Lorella?

  5. Scusate ma con quale coraggio Lorella chiede alla Carrà di andare ospite da lei quando alcuni anni fa la stessa Cuccarini ebbe la supponenza di rifiutare l’invito (e l’onore) che le fece Raffaella di andare ospite in un suo programma. Ora la Carrà fa bene a fare la stessa cosa. Con la differenza che la Carrà a non andarci non ha nulla da perdere mentre quella volta la Cuccarini sì, perchè la Cuccarini ha innegabilmente molto da invidare alla Carrà che è la storia della televisione italiana, la Cuccarini invece no e mi spiace per lei ma non lo sarà mai! Che piaccia o no questo è un dato di fatto. Tra le due c’è una differenza di grandezza e popolarità come tra l’oro (la carrà) e il ferro (la cuccarini).

  6. @teo
    lorella ha ottenuto lo share del 20% non perchè a condurre c’è lei ma perchè il programma lo hanno cambiato e strutturato come quello della venier durante la settimana… il garbo e la professionalità di lorella nella prima edizione della sua domenica in non avevano funzionato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>