Delitti Rock, Massimo Ghini: “Proponiamo una ricostruzione lucarelliana”

Foto: AP/LaPresse

Massimo Ghini approda in tv nelle vesti di narratore. L’attore, infatti, sta attualmente registrando Delitti Rock, trasmissione che racconterà nove tragiche storie di altrettante rock star.

Il programma andrà in onda a settembre, su Raidue. Le storie passate al setaccio saranno quelle di grandi divi della musica come John Lennon, Michael Jackson, Elvis Presley, Jim Morrison, Jimi Hendrix, Kurt Cobain, Sid Vicious, Brian Jones, Janis Joplin e Luigi Tenco.

La trasmssione, tratta dall’omonimo libro di Ezio Guaitamacchi, proverà a chiarire la storia di questi grandi artisti, di cui la morte è sempre stata avvolta da un alone di mistero.

Massimo Ghini, riguardo a questa trasmissione, si è espresso così sulle pagine del Corriere della Sera:

Gran parte di queste morti erano date per certe: erano drogati, si facevano e morivano. Il che ha una base di verità ma non è tutta. Proponiamo una ricostruzione lucarelliana, meticolosa, al di là delle versioni ufficiali. Ma tranquilli, non c’è il plastico.

Massimo, inoltre, ha aggiunto:

Con Brian Jones si entra in un racconto noir, poliziesco, da Arthur Conan Doyle. Sid Vicious è il Romeo e Giulietta dark, acido, drogato, perverso, ma è una storia d’amore, Eros e Thanatos. Lennon è proprio “il romanzo”, è un copione scritto e scontato, compresa la morte tragica.

L’appuntamento, quindi, con le storie di Delitti Rock, è per settembre, su Rai2.

Lascia un commento