Antonio Verro contro Antonella Clerici, Monica Setta e Massimo Liofredi

di Redazione 1

Antonio Verro ha rilasciato dichiarazioni al vetriolo in un’intervista al quotidiano La Stampa: il consigliere di amministrazione della Rai ha attaccato Antonella Clerici, il direttore di Raidue Massimo Liofredi, Monica Setta e i ritardi di Sanremo. A proposito della conduttrice de La prova del cuoco ha detto:

Non gradisco alcune sue dichiarazioni, si dice aziendalista, ma è tutta retorica, perché poi ammette di preferire Sky per quanto riguarda lo sport, perché secondo lei, noi siamo indietro di vent’anni. Oltretutto è sceso il pubblico di Ti lascio una canzone (meno 10 punti) e persino de La prova del cuoco. Le sue lamentazioni sono tutte orientate verso la difesa dei privilegi. I suoi contratti sono al di fuori d’ogni logica.

Parlando di Monica Setta:

La sua trasmissione fu criticata in cda; falsi scoop, abbigliamento non consono e superficialità nel trattare argomenti delicati. Condivido l’idea di tagliarla, molto meno quella di darle un programma di prima serata. Spero sia più sobria.

Del direttore di Raidue Massimo Liofredi:

Liofredi avrebbe bisogno di cambiare aria. Raidue vive solo su Santoro, X Factor e L’isola dei famosi, programmi che esistevano prima di lui.

A proposito del Festival di Sanremo il consigliere spiega:

Siamo in un terribile ritardo. A Morandi vorremmo affiancare a rotazione dei comici e delle belle donne come Emanuela Arcuri. Diacimocelo chiaro, in questo momento, con buona pace della Clerici, gli unici che fanno la differenza sono Fiorello e Bonolis. Io lascerei Bonolis alle sue cose e mi prenderei Fiorello. Anzi, lancio un appello a Renzo Arbore: che affili le armi, perché l’anno prossimo deve fare il direttore artistico del Festival e mi piacerebbe che sul palco ci fosse proprio Fiorello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>