Paola Perego, gaffe sugli asessuali in radio: “La buona notizia è che non si riproducono”

di Antonio Ruggiero Commenta

Bufera mediatica ad Al posto del cuore, il programma radiofonico di Radio condotto da Paola Perego dopo il commento della presentatrice sugli asessuali

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio viene da pensare dopo che Paola Perego, conduttrice insieme a Laura Campiglio del programma di Radio 2, Al Posto del Cuore, si è lasciata andare a commenti poco carini sugli asessuali, ma parliamone meglio dopo il salto.

Paola Perego, il commento sugli asessuali

Nel corso della puntata del 4 agosto di Al posto del cuore, la Campiglio ha esordito parlando dell’asessualità come di una malattia e definendo gli asessuali delle persone strane, ma il colpo di grazia lo ha dato la Perego dichiarando:

C’è una buona notizia, sai? Gli asessuali sicuramente non si riproducono e quindi sono una categoria in via d’estinzione.

Non si è fatta attendere la risposta della parte di comunità asessuale italiana che si riconosce nel Gruppo Asessualità e che, attraverso Facebook, ha manifestato il proprio dissenso e disagio relativamente alle modalità con cui l’argomento del loro orientamento sessuale è stato affrontato nel corso di Al posto del cuore, chiedendo più che altro una trattazione più equa e informata sui fatti.

La Perego, che ha già all’attivo la chiusura della trasmissione Parliamone Sabato in seguito ad una grafica razzista e sessista in cui venivano elencati sei motivi per preferire le donne dell’Est, torna nuovamente al centro di uno scandalo e speriamo che questa volta non si ritrovi di fronte ad una nuova chiusura di trasmissione.

Rispondi