Orange is the new black: dal carcere una serie con scene hot

di Redazione Commenta

Niente a che vedere con Come una bestia feroce, dove Edward Bunker parla della sua esperienza in carcere: Il carcere c’è e c’è anche la droga ma qui il soggetto è una donna, lesbica, rinchiusa in una prigione dove s’ intrecciano storie di detenute, suore, transessuali e per l’appunto, lesbiche. Il nuovo telefilm americano Orange is the New Black, già dalle prime scene  regala forti emozioni e in molti sono pronti a scommettere che diventerà una serie cult.

 

 

 

Orange is the new black è un’espressione ormai di uso comune in America che riguarda ’evolversi della moda: bisogna dire che visti i tempi delle proteste sui matrimoni gay, il tempismo è molto azzeccato. La dramedy prende spunto dal  libro di Piper Kerman ed è diretta da Jenji Kohan. La voce narrante racconta in prima persona la  sua esperienza dietro le sbarre e  ha come attrici protagoniste Taylor Schilling e Laura Prepon. 

 

 

 

 

La protagonista è Piper  (Taylor Schillin)  imprenditrice,  che deve scontare una pena in prigione di 14 mesi per aver trasportato dieci anni prima una valigia di soldi sporchi per la sua ex. Piper, che all’inzio del telefilm è fidanzata con un uomo, Larry (Jason Biggs) si trova improvvisamente a dover fare i conti col suo passato da lesbica; si consegna di sua spontanea volontà alla giustizia per pagare il giusto prezzo del  suo errore,  ed entra in un carcere dove tutto può succedere.

 

 

 

 

Nel carcere ripensa ad Alex ( Laura Preppon ) la sua ex, e si lascia andare ai ricordi di passioni intense e varie scene hot ( niente a che vedere con the L word ) che alzeranno molto il livello medio degli ascolti di questa nuova serie.  Nel cast troviamo anche un personaggio transessuale interpretato da un attrice transessuale, Laverne Cox. Il tutto trasmesso sul canale americano  a pagamento Netflix, che ha già mandato in onda la prima puntata di tredici episodi  lo scorso undici luglio ed ha già confermato la seconda serie ancor prima del debutto televisivo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>