Luca Argentero protagonista dell’ultimo film di Marco Risi

di Redazione 2

Cha Cha Cha, ultimo film del regista Marco Risi, è un noir ambientato in una Roma senza tempo, dove a nascondere crimini e corruzione è una notte fuori dal tempo e il dedalo delle strade cittadine. Il film, che verrà presentato in anteprima mondiale al Festival di Taormina, arriverà nelle nostre sale il prossimo 20 giugno.

Ieri mattina si è svolta  la conferenza stampa di presentazione del film, nella quale sono intervenuti lo stesso regista e gli interpreti principali Eva Herzigova, Luca ArgenteroClaudio Amendola e Pippo Delbono. Argentero interpreta Corso, un ex poliziotto diventato investigatore privato, incaricato dalla Herzigova di sorvegliare il figlio sedicenne. Ma quest’ultimo a causa di un incidente, muore, e Corso avrà il difficile compito di scoprire la verità, la quale lo porterà verso pericolosi meccanismi di corruzione e criminalità dai quali sarà difficile sfuggire.

Un film costruito in maniera impeccabile, dove gli echi dei film di genere anni Settanta sono molto di più di una mera citazione, ma un vero e proprio tributo ad un cinema che purtroppo non c’è più. Sfortunatamente però a destare la curiosità di critica e pubblico è stata, in particolar modo, la scena nella quale vediamo Luca Argentero senza veli. L’attore, reduce dall’esperienza come giudice del serale di Amici di Maria de Filippi, nel descrivere la sequenza ai giornalisti ha, in maniera assolutamente garbata, spostato l’attenzione più sulla dinamica della scena che sul suo nudo integrale:

La mia vera preoccupazione era che la scena fosse efficace. Si tratta di un pestaggio ai danni di un uomo appena uscito dalla doccia. Dovevamo riuscire a renderla credibile ed adrenalinica senza però farci del male fisico a vicenda, come un occhio nero o romperci il naso, poiché eravamo ancora nel pieno delle riprese. Quando ho rivisto la scena mi sono reso conto che indipendentemente da quanti vestiti avevo addosso Marco è stato, con la sua bravura registica, capace di renderla piena di tensione.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>