Fenomeno ADE: bufala nella bufala

di R. Staiano Commenta

Arrivano le parole dirette del cardiologo coinvolto nella catena whatsapp riguardante il fenomeno ade sulle vaccinazioni covid.

Vi abbiamo parlato giusto ieri della vicenda virale su whatsapp di un messaggio che alluderebbe alla presenza del fenomeno ADE nei vaccini covid. Questo messaggio è divenuto talmente virale che oltre a rischiare l’intera operazione anti-covid del Governo, rischia di arrivare anche alla televisione diffondendo ancora più confusione del dovuto. Nell’articolo in questione abbiamo menzionato anche un messaggio importante di un cardiologo, Fabrizio Salvucci, che ha smentito la sua partecipazione alla vicenda. Per capire tutta la vicenda prima di leggere il seguente articolo, vi invitiamo a cliccare qui per capirci meglio.

In breve, per i più pigri, vi rispieghiamo di cosa si tratta il fenomeno ADE: altro non è che la reazione negativa legata ad un vaccino che mostra sintomi negativi rispetto a quello per cui si è vaccinati. La questione è sorta dopo la recente dipartita di un lotto vaccini AstraZeneca che avrebbe causato effetti collaterali su alcuni pazienti. Ricordiamo che qualche effetto collaterale nel vaccino può sempre capitare, ma la percentuale che questo avvenga è dello zero virgola, quindi infinitesimale e del tutto irrilevante. Gli allarmismi, come appunto la diffusione del messaggio sul fenomeno ADE su whatsapp è sicuramente più pericolosa, perché pregiudica la salute pubblica.

Tornando al dottor Fabrizio Salvucci, ha contattato direttamente la nostra fonte tutelandosi contro questa assurda vicenda. È giusto che infatti si tuteli e che chiarisca al meglio la situazione. Nella fonte ha dunque rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Bufala. Non ho scritto, ne diffuso, ne firmato quel messaggio. In un primo tempo pensavo fosse la trascrizione di un mio video, ma non avevo letto bene. Questo è un messaggio terroristico sui vaccini probabilmente sviluppato da un gruppo fondamentalista no vax. Ho chiesto a polizia e avvocati, ma mi dicono che è impossibile risalire alla fonte. Unica possibilità: smentire, smentire, smentire. Ho fatto un post sulla mia pagina a proposito. Grazie della vostra segnalazione, che in un primo momento avevo trascurato senza leggere bene. D’altronde faccio teleconsulto a oltre 50 persone al giorno e leggo tutto molto velocemente. E a questo ritorno a dedicarmi da ora.

Smontiamo quindi anche noi questo assurdo caso nato dalle ormai note “catene di Sant’Antonio” che da anni girano nei sottoborghi della rete, ancor prima tramite sms, confondendo i meno abietti alle conformità dei casi in questione. È giusto dunque ribadire che vaccinarsi è l’unica soluzione per uscire da questa situazione ormai divenuta scomoda per tutti e riacquisire finalmente la libertà che ci è stata negata da questo brutto virus in primis, ma anche da chi diffonde menzone come in questo caso.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>