Un posto al sole, Beautiful e Centovetrine, la settimana dal 9 al 13 marzo

di Redazione Commenta

Un posto al sole
La morte di Ettore. Proprio mentre a Napoli si sta per festeggiare la copertina che è stata dedicata a da una nota rivista inglese a Filippo, come giovane manager di successo, arriva alle orecchie del ragazzo la notizia della morte di Ettore. Il Sartori lascia tutto e parte subito per l’isola dove viveva il suo amico insieme a Carmen. Nel ragazzo i rimorsi prendono il sopravvento e a nulla valgono le parole di conforto della moglie. Sull’isola arriva anche Riccardo che, dopo aver detto a Marina di mandare a monte la cerimonia in onore di Filippo, prova a stare vicino a suo figlio, anche se è troppo tardi: il ragazzo non solo è a pezzi, ma si rifiuta di tornare a Napoli con lui e, considerandolo il responsabile dei suoi sensi di colpa, gli dice con astio che non prenderà mai più ordini da lui. Filippo e Carmen abbandoneranno per sempre Napoli?

La situazione di Elena e Niccolò. Dopo il bacio che si sono scambiati a Lecce, Elena e Niccolò tornano alle loro rispettive vite. Se la situazione di Elena è semplice, tanto che la ragazza puà lamentarsi con suo fratello Lorenzo di sentirsi sola, quella del magistrato è assai complicata: l’uomo ha una moglie problematica (probabilmente in depressione) e un figlio adolescente rancoroso nei suoi confronti.

La nuova Viola. Parlando con Marcello, Viola decide di chiudere con il suo passato e cambia tinta di capelli, si licenzia dal posto di lavoro e torna a vivere con Ornella e Raffaele. Al suo posto in terrazza arriva Marcello.

Niko complice di Penni. Niko accetta di coprire le fughe d’amore di Penni, in cambio di versioni di latino e greco e temi fino alla fine dell’anno scolastico, fingendo di avere una relazione con lei di fronte allo sguardo attento di Renato e Alfredo. Quest’ultimo, infatti, ha proibito a sua figlia di vedere Pietro, dopo che la ragazza è fuggita durante la gita per stare con il suo fidanzato.

Il colpo di Barbara. Barbara riesce a rubare un prezioso collier durante l’inaugurazione di una mostra d’arte contemporanea: fingendo di voler arraffare il pezzo più pregiato della collezione, appena si spengono le luci, scippa la gallerista e con l’aiuto dell’ignaro vigile trafuga il prezioso. Una volta a casa, mentre Barbara si sta preparando per dileguarsi, arriva il suo complice per spartire il guadagno della refurtiva e Guido scopre il furto. Bloccato il malfattore, il vigile cerca di convincere la bella ragazza a costituirsi, ma lei rifiuta, lo colpisce in testa con una padella e fugge. Tornata in tarda sera a Palazzo Palladini Barbara trascorre una notte d’amore con Guido, che nuovamente le chiede di andare alla polizia e l’ammanetta, ma lei anche questa volta riesce a sottrarsi al suo impegno e lascia un dolce messaggio a Del Bue.

La dipendenza di Otello. Alla corsa dei cavalli Otello si gioca tutti i suoi soldi, ma non quelli sottratti alla busta delle spese condominiali. Tornato a casa, il vigile viene rimproverato da Silvia, Teresa e Michele per quello che ha fatto. Quando Otello capisce la gravità delle sue azioni, prima rimette il mandato da amministratore nelle mani di Renato, che si dimostra suo amico e rifiuta, poi convince Teresa a perdonarlo e promette di non giocare più d’azzardo e di non scommettere. CI riuscirà?

Centovetrine
Adriano aggredito. Qualcuno vuole il giovane Riva morto. Di sera una figura a lui cara si reca nel suo appartamento e gli spara lasciandolo morente a terra. A trovare il corpo dell’uomo è Matteo. Adriano pur di non andare in ospedale e di non dover dare spiegazioni alla polizia chede a Matteo di chiamare suo padre per farsi curare in qualche modo da lui. Francesco lo opera come può e gli leva il proiettile. Chi sta cercando di proteggere Adriano? E’ presto detto: Alessia! La ragazza nel frattempo, presa dai sensi di colpa è andata in commissariato. Lì trova il suo amato che è stato prelevato dalla polizia per render conto delle accuse di truffa. Spaventata, pensa di scappare, ma viene bloccata per essere interrogata, seppur Adriano cerchi di addossarsi tutte le colpe. Durante la sua permanenza al commissariato la ferita gli si riapre e sviene.

Niccolò cerca appoggi. Dopo essersi autoproclamato nuovo membro della società ed essersi accorto della freddezza con cui è stato accolto (a suo favore c’è più o meno solo Carol), Niccolò cerca l’appoggio della famiglia e contatta anche la zia. La cosa non va a genio a Rossana che gli impone di scegliere da che parte schierarsi.

Il testamento di Alberto. Il Castelli, a detta dell’avvocato, non ha lasciato alcun testamento, quindi il patrimonio viene diviso in parti uguali tra Rossana, Cecilia e Niccolò. Se Rossana è visibilmente soddisfatta, Niccolò appare molto sorpreso che il padre non abbia lasciato nemmeno due righe per dire le proprie volontà.

Altro. Riccardo si avvicina sempre più a Cecilia, tanto da rassicurarla di non aver nulla a che fare con Serena; Serena viene rilasciata grazie all’avvocato di Riccardo, ma è stata rinviata a giudizio. La ragazza, dopo essere stata rilasciata, prima si dichiara innocente di fronte alla famiglia Castelli (Corrado e Rossana continuano a non crederle) poi trova inaspettatamente ospitalità a casa di Carol; Tommaso è stato accusato di sequestro di persona; Laura angosciata da ciò che è successo, dopo aver letto le vere pagine del diario di Cristina, si dichiara a Daniele, ma lui le chiede di allontanarsi per un po’; Roberta assicura a Carmen di non essere interessata a Luca, ma la barista non può stare tranquilla, perché si accorge che la cugina sta minando il suo rapporto.

Beautiful
Marcus esce allo scoperto. Ridge dice a Marcus di preparare una spedizione per il Texas, ma lui non riesce a capire di cosa parli. Parlando con Steffy il ragazzo si rende conto di poter essere lui il pacco di cui sta parlando Ridge e che forse dovrebbe levarsi di torno prima di creare problemi a Donna. Troppo tardi: Ridge prima rivela a Stephanie il segreto di Marcus, poi anche ad Eric che incredulo chiede spiegazioni a Donna, che ammette di avere avuto un figlio, di averlo dato in adozione e che quel ragazzo è proprio Marcus. Eric, sorpreso, accetta le spiegazioni della moglie, alla faccia dello stupefatto Ridge, che non solo deve incassare il colpo, ma scopre pure che Steffy sapeva tutto, ma ha taciuto (così parte il rimprovero!). Da questa situazione si rafforza il rapporto tra Steffy e Marcus (che continuano a flirtare, tanto da uscire nuovamente insieme), quello tra Donna ed Eric, e quello tra Phoebe (che si è schierata dalla parte del padre) e Ridge. A Marcus non rimane che abituarsi all’idea di avere contro il signor Forrester, di doversi chiarire con tutti (compreso Rick) e di doversi confrontare con un investigatore privato, tale Owen Knight.

Beth non parte più e rivela il suo segreto. La signora Logan si prepara a ripartire per Parigi, senza dire nulla alle proprie figlie. Nick non è convinto dalla donna e chiede informazioni a Stephen sulla sua vita, ma lui non sa cosa rispondergli. I piani di Beth vengono scoperti da Brooke che la prega di rimanere a Los Angeles, ma lei non vuole sentire obiezioni. Mentre Brooke comunica la notizia a Katie, Stephen prova a convicerla a rimanere, ma anche il suo tentativo e vano. A loro confronto segue quello tra Beth e Katie: quest’ultima pensa che lei non voglia più farle da madre. A questo punto Beth è costretta a dire la verità: ha un problema di memoria (addirittura non si ricorda quasi nulla di Storm!) che potrebbe portarla alla demenza e prima di diventare un peso per la sua famiglia vuole tornare in Europa. Appena Katie si allontana, Beth fugge in auto. Stephen e Brooke si mettono a cercarla. Lei è a casa di Brooke in compagnia di Hope. Catherine avvisa la padrona di casa della presenza della donna e lei, in compagnia di suo padre corre a parlarle per impedirle di partire. Quando sembra che a nulla servano le loro suppliche, Beth cede e decide di rimanere. Nel frattempo Nick e Bridget si stanno informando sulle cure che la donna può ricevere a Los Angeles.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>