Recensione: Alien vs Predator 2 – Sulla Terra tutti potranno sentirti urlare…uscito dal cinema!

di Diego Odello 6

Sondaggio: chi esprime pensieri più articolati fra i personaggi di Moccia, gli esseri umani di Alien vs Predator 2, gli alien, i predator e i predalien? Sicuramente gli ultimi tre.
Domanda numero due: chi potrebbe andare al cinema a guardarsi Alien Vs Predator – Requiem? Forse i disinformati, forse quelli che hanno trovato nel proprio cinema il tutto esaurito per altri film, altrimenti non ne ho idea.
Alien Vs Predator 2 è il seguito dell’omonimo film, meno il numerino 2, niente di più: Il Predator infettato nel primo episodio da vita ad un predalien (siamo arrivati a toccare lo stesso livello di assurdità di Dragon Ball, con la differenza che il cartone animato giapponese non esce nelle sale cinematografiche), che riaccende il turbinio di odio fra le due razze e fa ripartire lo scontro per il dominio dell’universo.


Dove poteva abbattersi l’astronave Predator con a bordo le due razze? Ovviamente sulla Terra, più precisamente in una cittadina del Colorado. Chi poteva ritrovarsi in mezzo alla battaglia? Un ex galeotto, Dallas Howard(Steven Pasquale) una mamma soldato (penoso riferimento a Sigourney Weaver del primo Alien), Kelly O’Brien (Reiko Aylesworth) e una città di comparse (definirli personaggi è quasi un insulto).
Niente di nuovo sul fronte della fantascienza, ancor meno in quello horror. Ci sono soltanto un’accozzaglia di frasi ed eventi messi a caso per giustificare la presenza di questi brutti mostri sul nostro amato Pianeta, un po’ di sano splatter (ad esempio ad un uomo cade il braccio intero dopo essere stato assalito da uno di questi esseri, mentre ad un altro esce dalla pancia) che va tanto di moda oggi, personaggi dal carisma pari ai corteggiatori di Uomini e Donne, senza parlare del finale (oddio la tentazione è tantissima data la stupidità dell’idea), ampiamente deludente.
Il film, tratto dall’omonimo videogioco, che a sua volta si ispirava ai geniale film di Alien (stiamo parlando di Ridley Scott) e Predator, non solo non è all’altezza del film precedente (e non ci voleva molto), ma nemmeno del videogioco stesso, molto più piacevole dell’ora e mezza di niente.
Concludendo: l’opera prima dei fratelli Strause è un vero e proprio fiasco, ma non imputo a loro la colpa per un film orrendo, in fondo il loro compitino (gli effetti speciali), l’hanno fatto, quanto allo sceneggiatore, il signor Shane Salerno, che non ha avuto il coraggio di creare una storia forte a tal punto da mettere in secondo piano gli effetti speciali e non ha nemmeno osato per dimostrare di voler attrarre altro pubblico differente dai fans del gioco.
Sconsigliato a tutti coloro che vogliono andare al cinema. Pensate: credevo che il film di Moccia, in uscita nello stesso Weekend, fosse l’unica pellicola da evitare, ma Alien Vs Predator 2 potrebbe insidiare tranquillamente il primato di Scusa ma ti chiamo amore.
Un consiglio: perché la prossima fusione non la facciamo fra un Predalien e Michela Quattrociocche? Forse qualcosa di buono potrebbe nascere…

Commenti (6)

  1. …Alien vs Predator, che stupidata!
    Alien di che materiale è fatto? Predator da dove è uscito fuori?
    Hanno una certa somiglianza con 2 “grandissimi” registi Italiani, Moccia e Muccino.
    Mi spiego meglio: Non sanno parlare ne scrivere, son dei cessi che non hanno senso!
    Non pensate anche voi che questo filmone per l’importanza data ai dialoghi sembri un film di Moccia-Muccino?

  2. Meglio non dare idee del genere,caro diego……potrebbero utilizzarle per un terzo film!!Già mi immagino il titolo….Alien vs Predator 3:Sorry but I call you Predalien!!!

  3. ..xkè questi registi incapaci, trovano finaziamenti per produrre queste porcate???

  4. Timidissimamente posso dire che, essendo un grande fan dei due, accetto anche avp2 per andarmeli a vedere sul grande schermo… chi s’accontenta.. 🙂

  5. il film mi è paciuto molto, forse perchè ne ho capito il vero valore, e cioè un vero e proprio omaggio ad ALIEN & PREDATOR dove ne vediamo citazioni riguardando a tutti i film precedenti delle due saghe fanta-horror più belle di sempre e non solo queste due saghe. Ovviamente non posso negare che la sceneggiatura perde acqua e gli attori (esclusi quelli in costume) facevano un pò a desiderare, ma in fine i veri protagosti chi sono? La risposta è ovvia, Predator e il Predalien.
    Ci tengo a dire una cosa, la nascita del predalien non è una cavolata alla dragonball come viene detto nella recensione, vedi Alien 3, l’Alien e differente dagli altri alien dei precedenti episodi, proprio perchè nato da un cane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>