Postal: locandina, foto, video e primissime impressioni

di Redazione 2

Fra un mese esatto, il 13 Giugno, arriva il Italia il film più irriverente dell’anno, Postal, firmato dal regista tedesco Uwe Boll, già noto per le trasposizioni di noti videogames (come House of the Dead, Alone in the Dark, BloodRayne) in pellicola.
Il film racconta la storia di Dude Postal, un ragazzo senza lavoro e senza soldi, che finisce per allearsi con suo zio Dave per rubare le preziosissime bambole Krotchy. Peccato che ad intralciare il nostro protagonista ci siano i Talebani capeggiati da Osama Bin Laden e coperti dall’amico fraterno George W. Bush.
Tratto dall’omonimo videogioco del 1997, di cui nel 2009 uscirà il terzo titolo della serie, il film si presenta con un decalogo, che spiega i motivi per cui non si può perdere l’occasione di vederlo:


1 Sarà sulla bocca di tutti. Impossibile rimanere indifferenti alle trovate ironiche e dissacranti di Postal
2 Va oltre le regole del buon gusto. Una commedia sregolata che farà impazzire i giovani. Ma non solo…
3 Homer Simpson si trasforma in Bin Laden. Tonino Accolla presta la voce al volto del terrorismo internazionale…
4 E’ tratto da un videogame incendiario. Ispirato a un gioco bandito in molti Paesi all’epoca dell’uscita. ..
5 Non è politicamente corretto! Perché è ora di finirla con i film buoni a tutti i costi
6 Non c’è pietà per nessuno! Dai terroristi alle poste, dalle sette religiose ai parchi a tema: nessuno è innocente…
7 Racconta finalmente la verità! svela i reali legami tra George W. Bush e Osama Bin Laden
8 Non ha bisogno di una morale! Meglio una sana esplosione nucleare. E’ più veloce e risolve i problemi alla radice.
9 Non si nasconde dietro a nulla! Il regista Uwe Boll non ha paura delle critiche. Vi sfiderà sul ring per appianare i problemi…
10 Non ha ricevuto incentivi statali! Basta con lo spreco dei soldi pubblici.
Domani vi elencherò il cast e soprattutto vedremo insieme il trailer, che vi posso assicurare essere veramente fenomenale, per la sua demenzialità nelle scene e nei dialoghi.
Se il film si dimostrerà all’altezza del trailer, Postal, che coniuga qualità a risate a volontà, si candiderà di diritto ad essere la pellicola comica più interessante dell’anno.
Basta con le parole e lasciamo spazio alle immagini e ai quattro video promozionali (che vedono protagonisti niente di meno che Osama Bin Laden e George W. Bush). Buon divertimento!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>