Processo Depp vs. Heard: tra alpaca e petizioni

di R. Staiano Commenta

Mentre il processo tra Depp e la sua ex moglie Heard assume tinte sempre più oscure, qualcuno si è presentato con due alpaca.

Se per caso pensate di aver letto male il titolo, siamo qui per dirvi che il processo tra Johnny Depp ed Amber Heard ha raggiunto ormai livelli oltre l’immaginabile. Parlando degli alpaca, sì il noto animale, pare che ne siano comparsi due fuori al tribunale dove si sta svolgendo ultimamente la vicenda. Questi due alpaca hanno anche dei nomi: Inti e Dolce che per l’occasione indossava anche un cartello con la scritta “Giustizia per Johnnie“. La proprietaria, Andrea, che si è presa il disturbo di portarli fino in Virginia a Fairfax, mentre gli alpaca brucavano tranquillamente l’erba nei dintorni, ha dichiarato al Washington Post curiosi di capire il suo gesto “Pensavo che gli alpaca avrebbero potuto illuminare la sua giornata” mentre a Law & Crime Network ha detto “Spero che ottenga giustizia, qualunque cosa il giudice ritenga opportuna. Spero che vada tutto bene, siamo qui per te Johnnie” insomma Andrea ha fatto capire di credere apertamente alle testimonianze a favore di Depp mentre sull’ex moglie Amber Head ha preferito non dire nulla.

Intanto una petizione che chiede la rimozione di Amber Heard dal film in uscita Aquaman 2 ha superato due milioni di firme durante il processo per diffamazione di Johnny Depp contro di lei. La petizione su Change.org è stata avviata a dicembre 2019, mesi dopo che Depp ha citato in giudizio per la prima volta la sua ex moglie, ma la campagna ha visto un rinnovato sostegno quando sono emersi ulteriori dettagli sul matrimonio della coppia. La scorsa settimana, una registrazione audio è stata trasmessa alla giuria in cui la Heard ha ammesso di aver colpito Depp. Durante i suoi ultimi momenti di testimonianza, l’attore di Pirati dei Caraibi ha detto alla corte che crede di essere stato vittima di abusi domestici.

Insomma il processo ha assunto tinte sempre più contraddittorie sulle testimonianze della Heard. Complice anche una dichiarazione dei difensori che hanno detto “Amber ha utilizzato un kit di correzione per coprire i lividi” peccato che la Milani Cosmetics ha confermato che quel kit è uscito nel dicembre 2017 ed Amber ha chiesto il divorzio a maggio 2016. Anche la probabile personalità borderline dell’attrice, che sembra essere sempre più evidenziata, ha sicuramente portato ad incrementare le firme. Il processo comunque non è ancora finito e continuerà ancora per qualche altra settimana ed è in continuo aggiornamento, dove probabilmente verranno fuori altre stramberie e magari mettere un punto a questa storia che ormai non giova più a nessuno dei due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>