Ian Holm de “Il signore degli anelli” è morto

di pask Commenta

Conosciuto per il ruolo di Bilbo Baggins nella fantastica trilogia di Tolkienn.

L’iconica trilogia di una delle opere letterarie fantasy più grandi della storia “Il signore degli anelli” piange un suo interprete. L’attore Ian Holm che vestiva i panni di Bilbo Baggins si è spento il 20 Giugno 2020.

A dare il triste annuncio è stato il suo agente che al giornale Guardian ha rilasciato una breve dichiarazione:

È con grande dispiacere che comunico la morte dell’attore Sir Ian Holm questa mattina, all’età di 88 anni. Si è spento serenamente in ospedale, circondato dai familiari e dagli affetti. Affascinante, gentile e incredibilmente talentuoso, ci mancherà moltissimo.

Ian si è consacrato al pubblico per aver interpretato Bilbo Baggin nella trilogia dei film “lord of the rings” e facendo qualche comparsa anche in “Lo Hobbit” altra trilogia che fa da sequel al signore degli anelli. Ma la sua carriera non è stata ovviamente solo quella.

All’attivo aveva anche una nomination agli Oscar per il film “Momenti di Gloria” un film sportivo che narra le vicende di due velocisti britannici alle Olimpiadi del 1924. Ian ha avuto anche una storia con il nostro Bel Paese grazie alla pellicola dedicata alla storia di Napoleone. Una storia immaginaria che narrava le vicende di Bonaparte dopo l’esilio all’isola di Sant’Elena. Molte delle scene sono state difatti girate a Torino, in luoghi tipo Agliè che sono divenuti famosi successivamente anche grazie alla fiction di canale5 “Elisa di Rivombrosa”. Difatti alcune scene sono state girate tra gli oliveti ed il canale che costeggiano il castello ducale, in particolare si ricorda la scena in cui Napoleone viene traghettato proprio su quel canale, prima di ritornare in maniera fittizia a Parigi e lasciare un sosia al suo posto.

Ian avrebbe dovuto partecipare anche ad una reunion virtuale dedicata al Signore degli Anelli durante la quarantena. Un evento fatto per i fan come passatempo durante i giorni di “prigionia”. Lo stesso Holm si è scusato per la sua assenza ironizzando sulla sua condizione, probabilmente già cagionevole, paragonando la sua casa ad una “casa da hobbit“. Purtroppo la situazione è andata a finire così, con un triste epilogo, che sicuramente avrà dato dispiacere ai milioni di fan dell’opera di Tolkienn.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>