LaEffe Film Festival, Maggio 2014: Hunger, Liam, Detachment

di Redazione Commenta

Anche a Maggio il grande cinema d’autore è protagonista su LaEffe (DTT 50, Sky 139) con una serie di film di successo, storie ironiche o dalle tinte drammatiche, commedie irriverenti che raccontano il nostro tempo e le sue contraddizioni, per riflettere, capire o solamente sorridere: la rete propone come film d’apertura Hunger di Steve McQueen con Michael Fassbender, cercando di ripetere il successo e la qualità dello scorso mese. Dopo il salto, non perdete il calendario settimana per settimana.

 

[ad_centrale]

Lunedì 5 maggio – 21.10 | Hunger di Steve McQueen con Michael Fassbender, Liam Cunningham, Stuart Graham, Brian Milligan, Liam McMahon (UK/IRLANDA 2008, 96’): la storia della tenace lotta di Bobby Sands, membro della Provisional IRA, per ottenere il riconoscimento dello status di prigioniero politico impegnato in un estremo sciopero della fame che gli sarà fatale, vince la Caméra d’or per la miglior opera prima del 61º Festival di Cannes e l’European Film Awards per la miglior rivelazione – Prix Fassbinder 2008.

Venerdì 9 maggio – 21.10 | Pollo Alle Prugne di Vincent Paronnaud, Marjane Satrapi con Mathieu Amalric, Edouard Baer, Maria de Medeiros, Golshifteh Farahani, Eric Caravaca (FR/DE 2011, 91’): Iran degli anni ‘50, il violinista Nasser Ali Khan è un uomo che ha perso le sue due grandi passioni, la donna che amava promessa ad un altro e il violino su cui riversava le proprie emozioni, così rinuncia a vivere rifiutando ogni tipo di cibo, perfino il pollo alle prugne – una volta il suo piatto preferito.

 

 

Lunedì 12 maggio – 21.10 | Liam di Stephen Frears con Ian Hart, Claire Hackett, Anthony Borrows, Anne Reid, Megan Burns Drammatico (UK 2000 – 90’): tratto dal romanzo di Joseph McKeown, The Back Crack Boy, e sceneggiato da Jimmy McGovern, il piccolo Liam -con la sua voce balbuziente- racconta le vicende di una famiglia che vive negli anni Trenta in un quartiere irlandese cattolico di Birkenhead, di fronte a Liverpool, in un ritratto di una famiglia caduta in povertà durante gli anni della Depressione.

Venerdì 16 maggio – 21.10 | Il Vento Che Accarezza l’Erba di Ken Loach con Cillian Murphy, Padraic Delaney, Liam Cunningham, Orla Fitzgerald, Mary O’Riordan (FR/IE/UK 2006 – 124’): i giovani fratelli Damien e Teddy sono decisi a difendere ad ogni costo la propria patria durante la guerra d’Indipendenza irlandese e della conseguente guerra civile; il titolo ha vinto la Palma d’Oro al 59º Festival di Cannes.

 

Lunedì 19 maggio – 21.10 | Monsieur Lazhar di Philippe Falardeau con Fellag, Sophie Nélisse, Danielle Proulx, Jules Philip, Émilien Néron (CANADA 2011, 94’): un immigrato algerino a Montréal insegna e non ha solo il compito di trasmettere nozioni, ma di traghettare i ragazzi attraverso un periodo difficile della loro vita, accompagnandoli anche nell’elaborazione del lutto a causa del suicidio della maestra; tratto dal libro Au bout du fil, Bashir Lazhar di Evelyne De La Chenelière ha ottenuto una nomination come miglior film straniero agli Oscar 2012.

Lunedì 26 maggio – 21.10 | Detachment – Il Distacco di Tony Kaye con Christina Hendricks, Adrien Brody, James Caan, Lucy Liu, Bryan Cranston (USA 2011, 97’): un professore rigoroso (Brody) alle prese con il difficile compito di insegnare ai suoi alunni a credere in se stessi in un degradato istituto pubblico della periferia americana, si scontra con un ambiente duro in cui i giovani sono privi di speranze per il futuro, i genitori assenti e disinteressati, e gli insegnanti ormai rassegnati; titolo presentato in anteprima al TriBeCa Film Festival nel 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>