La classifica… secondo me! Il personaggio più faccioso

di Diego Odello 1

Jim Carrey

Leggo da ogni parte del web classifiche su classifiche di ogni tipo, interessanti, utili, divertenti, fasulle, noiose. Mi sono chiesto: perché se tutti esprimono il loro parere, stilano liste meritocratiche e io non posso crearne una totalmente inutile e personale?

Non preoccupatevi non è una rubrica, ma un post che capiterà a sorpresa a distanza di giorni, settimane, mesi o addirittura anni e quando vedrete un argomento strano, quando leggerete dieci nomi in fila per un motivo futile, beh, statene certi è una delle classifiche… secondo me!

Quest’oggi voglio proporvi la mia personale classifica degli attori più “facciosi” di Hollywood, ovvero quei divi di sesso maschile, che dimostrano di avere una mimica facciale così spiccata, che interpretano un situazione col viso ancor prima che con le parole.


Di seguito ordinerò dal primo al decimo posto gli attori che una giuria scelta ha selezionato e commentato appositamente per questo Post:

1 Jim Carrey: L’attore ha guadagnato la notorietà, che l’ha portato ad essere uno degli attori più pagati e amati, grazie proprio alla sua grande espressività facciale, capace di creare mille smorfie differenti. Lo ricordiamo in Ace Ventura, Scemo + Scemo e Io, me e Irene, solo per citarne alcuni, ma in realtà ogni sua interpretazione ha una ricchezza facciale seconda solo a quella di Jerry Lewis. Maschera di pongo.

2 Jack Nicholson: nel 1989 viene scelto per impersonare Joker nel primo film di Batman diretto da Tim Burton. Per recitare in un ruolo del genere un attore deve avere per forza una grande padronanza della propria muscolatura facciale. Jack non è nuovo a ruoli che richiedono grande espressività: bisogna assolutamente ricordarselo in Shining e Le streghe di Eastwick, anche se in tutti i suoi film, il suo primo piano regala smorfie di ogni tipo. Faccia da pazzo.

3 Mike Myers: il famosissimo Austin Powers non sarebbe poi tanto famoso se non fosse interpretato dall’attore anglo-canadese. Voglio ricordarvi le sue spettacolari performance nella saga di Austin Powers dove recitava più ruoli, anche quelli secondari e negli esordi di Fusi di Testa.

4 Leslie Nielsen: con la faccia descrive ogni tipo di imbarazzo senza provare alcun tipo di imbarazzo. La sua posizione la conquista soprattutto per la sua interpretazione del poliziotto Frank Drebin, nella trilogia di Una pallottola spuntata, e nella parte del principe delle tenebre in Dracula morto e contento. Faccetta Buffa.

5 Zach Braff: non poteva non comparire tra i primi posti il simpatico protagonista di Scrubs, il Dottor John Michael Dorian, alias J.D.. Le sue facce, mentre sogna ad occhi aperti e quelle mentre cerca di capire o pensare, sono degne della quinta posizione in classifica. Faccia da innocentino.

6 Eddie Murphy: è stato per lungo tempo l’attore nero più pagato di Hollywood. La sua faccia, cento denti e una bocca grandissima, insieme alla sua risata, l’ha reso famoso in tutto il mondo. Sesto posto guadagnato per pellicole come Una poltrona per due e Il professore matto. Supersorriso.

7 Sacha Baron Cohen: è più conosciuto come Ali G e dal 2006 per la sua caratterizzazione di Borat (un personaggio già comparso nel primo film del Rapper). La sua è la cosiddetta faccia di bronzo, ricca di mille sfumature che rendono ridicoli tutti i suoi interlocutori. Irriverente.

8 Hugh Laurie: la parte del cinico Dr. House nell’omonima serie televisiva, non può essere completa se il cinismo e la superbia non uscissero da tutti i pori del viso del dottore. Lui ha la capacità di far sentire tutti piccoli incapaci soltanto con uno sguardo. Il suo egocentrismo arriva prima visivamente, poi ascoltandolo. Faccia da schiaffi.

9 John Goodman: La sua corporatura rende morbida anche l’espressione, quella che lui è riuscita a controllare a suo vantaggio in film giocosi come I Flintstones o in film più impegnati come Il grande Lebowski. Faccia da pacioccone.

10 Jeff Daniels: entra nella top ten per la sua faccia da tontolone. Non ha grandi varietà di espressioni, ma siccome lui scemo non è, il riuscire a farlo bene (Scemo + scemo)gli vale l’ultimo posto utile della nostra classifica. Faccia da tenerone.

Per concludere: i dieci attori sono i primi che hanno avuto la fortuna di entrare a far parte de La classifica… secondo me. Altri avrebbero meritato un posto nella lista più importante del web, ma questa volta mi sono voluto soffermare sui divi di Hollywood ancora in attività.

Ho già citato Jerry Lewis, ma se dovessimo fare un salto in Europa potremmo nominare l’inglese Rowan Atkinson (Mr. Bean) un vero e proprio artista del mimo, il francese Gerard Depardieu, capace di cambiare faccia a seconda del ruolo che interpreta (presto lo vedremo in Asterix alle Olimpiadi) e perché no anche l’italiano Roberto Benigni, un vero e proprio giullare cantastorie dei nostri tempi.

Commenti (1)

  1. Classifica perfetta!Jim Carrey è la faccia di gomma più famosa dopo Lewis, Nicolson è un genio in tutto e per tutto, Il fantastico Myers è poliedrico, ricordiamoci che in Austin Power se non erro ha fatto la parte di Austin con il suo mai più moscio, Cicciobastardo (lo voglio friggere, fritto con un pochino di..)e il Dottor male (Minime me lo dai un coccolo, zip la boc)…Nielsen è mollicoso(forse anche per l’età…sembra il cane di sant’Umberto), J.D. è incredibilmente stupido,sognatore ed è per quello che a mio avviso è faccioso.Il resto è tutto da Olimpo.
    Tutti grandi attori con una mimica facciale moooolto sviluppata.

Rispondi