Colpi di Fortuna, Christian De Sica dice basta ai cinepanettoni?

di Elide Messineo Commenta

Da oggi arriva nelle sale italiane il nuovo film di Natale di Neri Parenti, si tratta di Colpi di fortuna, in cui troviamo Christian De Sica, Lillo e Greg, Luca e Paolo, Francesco Mandelli e Fatima Trotta.

In conferenza stampa Neri Parenti ha annunciato il suo addio ai cinepanettoni, dopo 18 anni consecutivi in cui i suoi film sono diventati una vera e propria “istituzione” del Natale cinematografico italiano, anche se tra mille polemiche. Il regista ha parlato anche del contratto con Christian De Sica:

Ho scritto una commedia che a De Laurentiis non è piaciuta, così la realizzerò non con la Filmauro. Abbiamo sempre stipulato contratti quinquennali rinnovati a fine mandato. Io in questo momento sono preso dal calcio, De Sica dalla commedia, quando ci incontreremo ci porremo il problema.

Il film si divide in tre episodi: nel primo i protagonisti sono Luca e Paolo nei panni di Mario e Piero. Quest’ultimo è innamorato di Barbara, la cassiera di un bar del porto di Napoli per la quale va a comprare caffè e sigarette in continuazione, pur non essendo fumatore. Quando scoprirà di aver vinto alla lotteria, non troverà più il biglietto, che si trovava in una giacca ormai sparita.

Nel secondo episodio troviamo Christian De Sica nei panni di un imprenditore molto superstizioso che deve concludere l’affare della sua vita e che ha bisogno di un interprete dal mongolo. Uno dei pochi che si trovano è interpretato da Francesco Mandelli, che però creerà non pochi guai al suo datore di lavoro.

Nell’ultimo episodio invece Lillo interpreta un ex ballerino di Raffaella Carrà che ora ha messo su famiglia adottando quattro figli. L’uomo dal cuore d’oro scopre di avere un fratello con cui dividere la sua eredità e decide di ospitarlo in casa, nonostante le sue pazzie.

In Colpi di fortuna ci sarà un cammeo di Raffaella Carrà ed anche l’apparizione di alcuni giocatori del Napoli, la commedia è servita, la trovate al cinema proprio da oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>