Recensione: Cloverfield – Un mostro distrugge New York

di Diego Odello 54

Prima scena: U.S. Department of defense – DoD84621469-008. Il timer conta i centesimi di secondo. Schermata nera. Appare per un attimo sulla destra un simbolo molto simile a quello della Dharma di Lost. Il timer continua ad andare. Un immagine flash dell’aquila americana. Seconda scena: Document #USGX-8810-B467 Digital Sd Card – Multiple sightings of case designate “Cloverfield”. Il timer scorre. Terza scena: Camera retrieved at incident site “US-447” Area formerly known as “Central Park”.
Così inizia Cloverfield, l’attesissimo film creato da J.J. Abrams e diretto da Matt Reeves, che angoscia lo spettatore quasi per tutto il film, (escluso l’inizio che prepara il colpo di scena) e nei 73 minuti di film cita più volte Lost, Blair Witch Project e nella distruzione della Statua della Libertà, 1997: fuga da New York e la storica scena de Il Pianeta delle scimmie del 1968.
Robert (Michael Stahl-David) sta per andarsene via da New York per trasferirsi in Giappone (e questo lo sappiamo anche dalle parti della cassetta non sovrascritte dai tragici fatti di quella notte). Suo fratello Jason (Mike Vogel) e i suoi amici Hud (T.J.Miller), colui che filmerà gran parte degli avvenimenti, Lily (Jessica Lucas), Beth (Odette Yustman) e Marlena (Lizzy Caplan) gli preparano una festa d’addio. Durante la festa New York inizia a crollare e la testa della statua della libertà vola mozzata lungo la strada. Si scatena il delirio. New York è sotto attacco: una creatura e i suoi cuccioli sono inarrestabili. Una della compagnia rimane intrappolata. I suoi compagni decidono di tornare a prenderla.

J.J. Abrams non delude le attese e a chi sostiene che l’autore di Lost non sia in grado di finire con la stessa qualità l’opera che crea posso dire che in questo caso Abrams regala ben tre finali, il primo è quasi un omaggio a The Blair Witch Project (a cui si ispira anche le riprese fatte con la telecamera a mano, il videomessaggio finale, il ritrovamento della videocassetta e il tipo di campagnia pubblicitaria per il lancio del film), il secondo è un’evoluzione del primo finale, il terzo è quello più prevedibile e commerciale.
Per quanto riguardano i riferimenti a Lost non si limitano all’inizio e alla fine, ma tutto il film ammicca in qualche modo alla serie televisiva: Rob è molto simile a Mattew Fox, come fisionomia e vestiario, la creatura la prima volta non si vede coperto da una nube molto simile a quella che terrorizza l’isola dei sopravvissuti e la data con cui era stato chiamato inizialmente, 01-18-08 che modificando l’ordine delle cifre dà due volte 108.
L’utilizzo di attori semisconosciuti, e visto i dialoghi difficili da valutare, ha dato la possibilità al produttore di utilizzare il budget per gli effetti speciali e per quello che si vede sono soldi ben spesi: il mostro completamente creato è qualcosa di veramente schifoso e i suoi cuccioli non sono da meno. Le esplosioni, le distruzioni del ponte di Brooklin oltre quello già citato della Statua della Libertà, sono veramente colossali. Tutto crea perfettamente il clima di inquietudine, angoscia e smarrimento.
Concludendo: il film di fantascienza sulla distruzione di New York, sarò fazioso, ma a me è piaciuto. Non si possono attaccare i dialoghi, perché la situazione non dà possibilità di discutere di massimi sistemi o di altri argomenti filosofici, non si può attaccare la tecnica di ripresa e nemmeno il ritmo perché adeguato al film. L’unico mio dispiacere è stato dato dall’ultimo finale che sembrava messo lì preconfezionato per lo spettatore meno esigente.
Sarà in grado J.J. Abrams di realizzare dei film dove i dialoghi contano? Sarà capace di dimostrare in futuro di essere un valido elemento anche per il grande schermo e non solo per le serie televisive? Con questo film non si può rispondere, ma si può solamente ammirare la grande capacità di riprendere gli elementi più significativi di altre pellicole e modificarle come solo un grande autore sa fare.
Il grande autore è J.J. Abrams.

Commenti (54)

  1. Film veramente forte, sinceramente mi aspettavo un finale diverso ma…questo mi è piaciuto lo stesso.
    Come non osannare il grande J.J.Abrams?
    Almeno è innovativo!

  2. Bella recensione!!!Mi hai fatto venir voglia di andare a vederlo…..

  3. perchè si parla di tre finali??

  4. Negli ultimi minuti del film si può dire che ci siano tre finali perché il film si interrompe 3 volte(la terza è definitiva).Non posso dirti di più altrimenti ti svelerei il finale del film.

  5. cosa pensi del film? hai notato gli stacchi della videocamera alla fine?

  6. del film è piaciuta tantissimo l’idea di mostrare un disastro del genere semplicemente attraverso il punto di vista dei 4 protagonisti, senza dare spazio a quello che accade oltre la loro storia, senza dare informazioni che i quattro non potessero conoscere.. aiuta di tantissimo a fare entrare nell’atmosfera.. e poi lascia spazio per sequel, prequel e storie parallele di sorta…

    non riesco a capire a quali stacchi della telecamera ti riferisci..

    SPOILER

    loro muoiono e poi si vede come era finita il giorno dell’altra ripresa e naturalmente poi c’è il fatto che la telecamera è stata ritrovata da quel qualcuno che la sta guardando..

  7. Mi farai odiare dalla gente, ma giustamente se devo farmi capire devo spiegarmi bene:
    Finale 1: La creatura abbatte l’elicottero e la telecamera si spegne (in Blair Witch Project dopo le urla la telecamera cade a terra e poi si spegne: il finale omaggio a BW)
    Finale 2: Si vede chiaramente la creatura (cosa che in BW non accade mai) che aggredisce che filma e sputandolo. La telecamera cade a terra e inquadra chiaramente il viso del ragazzo morto (questo lo chiamerei finale di J.J.Abrams)
    Finale 3: (che lo definirei per il pubblico): Videomessaggio (stile BW) e morte seguente con la frase Ti Amo detta dai due protagonisti (seguito da un breve spezzone di ciò che c’era precedentemente sulla cassetta). Il più commerciale.
    Non me ne voglia la gente che non ha visto il film. Son stato più chiaro?
    Come hai inteso il video precedentemente sulla cassetta su cui Hud sovrascrive il filmato?

  8. C’è un’interpretazione del film: gente comune che riprende, magari col cellulare, degli eventi catastrofici. vi ricorda qualcosa? a me una data 11/09/01. i commenti sono gli stessi: “oh my God, oh my God”…

  9. beh, tralasciando possibili discorsi filosofeggianti sulla fugacità della vita o cose di sto tipo..
    L’espediente dell’altra registrazione serve appunto a farci intuire che qualcuno sta vedendo la registrazione e non è in presa diretta (tra l’altro lo si dice esplicitamente nei titoli di testa) e l’ultima battuta del film secondo me è straordinaria nella sua ironia e nelle verità che cela.

    ti dico la verità, non ci ho visto molto di più (forse il famoso oggettino che cade giù), tu invece?

    Giulio, non c’è bisogno di citare il famigerato undici settembre per capire che in certe occasioni i commenti della gente siano di quel tipo..
    la cosa da notare secondo me è proprio la mania, quasi morbosa dello scoop o del raccontare l’evento da parte della gente, che invece di fuggire e pensare a mettersi in salvo, rimane in pericolo per riprendere quello che accade e mostrarlo un domani

  10. A supporto della tua tesi Giulio ti faccio notare che si sente nel film: “E’ un attacco terroristico!” e come l’11 Settembre è stato montato a mio giudizio (e non solo) anche stavolta il pensiero va ad un attacco terroristico, ma è altro.
    Angry secondo me la videocassetta sovrascritta è semplicemente anticipatrice di ciò che accadrà.

  11. in che senso anticipatrice di ciò che accadrà?

  12. è un presagio. Altra domanda: perché il viaggio proprio in Giappone? Queste sono ovviamente solo supposizioni…

  13. mmm un presagio.. e cosa si presagisce?
    il giappone (c’entra con la bevanda slusho)

    non credo che le vicende private del protagonista significhino qualcosa per il mostro..

  14. presagio di brutta fine. Metafora. Come la il video viene soppresso anche l’esistenza subisce la stessa fine.
    La bevanda di Alias che ricompare in Heroes: autoreferenzialità

  15. Ciao,
    volevo indicarvi tre errori imperdonabili del film Cloverfield, si tratta di spoilers ma non incidono a mio parere sulla gustabilità del Film:
    1. All’inizio quando appare la scritta del dipartimento della difesa degli US, dove si afferma che il filamato è stato rinvenuto nel sito US 447 prima conosciuto come Central Park si afferma che il filamto sia registrato su una Flash Memory Card ERRORE !!!!! Nel fil i protagonisti stessi affermano trattarsi di NASTRO. Rob chiede all’amico che fa le riprese se ha riavvolto il nastro o ne ha messo uno nuovo. Secondo, chiunque abbia una videocamera con scheda di memoria sa che i filmati vecchi non vengono sovrascritti dai nuovi ma semplicemnte i nuovi si aggiungono sino a saturazione della scheda e non è quindi possibile che nel riguardare i filmati nuovi si trovi, mischiati frammenti di filmati vecchi.
    2. Rob ha la batteria del cellulare (NOKIA) scarico, entra in un negozio prende dallo scaffale una batteria la mette nel telefono e funziona….ma in America le batterie le vendono già cariche ?
    3. Con tutti i palazzi che crollano, le cose che esplodono ed un mostro che avrà di piede ben più della 56 non c’è un cadavere…non c’è un morto neanche nel palazzo di Beth…ok se li sono mangiati i mostri…ovviamente i mostri non hanno mangiato Beth…

  16. Grazie per gli appunti. Utili! J.J. Abrams sosterebbe che nel primo caso è stato un errore di traduzione (bisognerebbe vederlo in Inglese), nel secondo che si, le batterie hanno sempre un minimo di ricarica (anche a me è capitato anche se mi hanno sempre detto che inizialmente le batterie sono scariche) e che nel terzo caso noi conosciamo solo ciò che vede il protagonista, non abbiamo panoramiche, non abbiamo nemmeno una telecamera con grandangolo, insomma se il grattacielo è crollato e tutti sono evacuati non è per forza scritto che il protagonista veda corpi morti.
    Io a dirla tutta almeno per il terzo punto darei ragione a te.
    Ciao e fammi sapere!

  17. Io sono esterefatta.. il film mi è piaciuto nn tanto ma TANTISSIMO… nn sno mai riuscita a distogliere lo sguardo.. ero completamente nel FILM.. E’ QUESTA LA COSA MAGICA.. ENTRI NEL FILM!!! E così ti pare di essere li con loro.. e te le vivi TUTTE!! anche se non mi torna che salgono correndo per nn so qnti piani e arrivano bellini bellini freschi freschi…. e nn mi torna nemmeno la telecamera che in alcuni momenti aveva delle riprese troppo centrate per essere portata da qno in fuga.. e qke altra cavolata (l’esercito permette di riprendere???) .. al di la di qste piccolezze o meno, giudicate voi, io SONO RIMASTA SCIOCCATA DAL FINALE.. Gente.. bello èèèè ma quanto fa male? Quelle ultime due parole e poi.. il nulla.. e rigira il cortello nella ferita mandando le immagini di quel che è stato prima proprio tra loro due… un film troppo emozionante.. e nuovo.. originale.. via su ditemi la verità.. raccontare un TRAGENDIA INVEROSIMILE E FARTELA VIVERE COME REALE!!! Cioè per farti vivere la catastrofe potevano pensarne mille piu credibili..inceva han inventato un brutto mostro (raga.. sapete nel sequel che accade…)del quale niente si sa.. ma non ce ne frega manco niente (anche se dopo la curiosità è tanta) perchè la storia si concentra sulla fuga.. una fuga allucinante… nell’inferno piu totale.. nel caos.. ma sopratutto nell’angoscia. Io gli do 10. perchè bello tutto tutto tutto il film.. ma il finale è DA OSCAR (per dire…) anche se (lo dico onestamente) se avessi saputo che era un film che arriva dentro cosi tanto (ragazzi io ql finale me lo sogno la notte!!!!) forse nn sarei andata a vederlo. Cmq.. lo consiglio ai poco impressionabili (parlo da un punto di vista emotivo). Ciao a tutti.. restiamo in attesa del sequel.
    Sarah

  18. ahhh.. e volevo anche aggiungere che anche secondo me era meglio se finiva con la caduta dell’elicottero..ciao

  19. Grazie della tua opinione Sarah. Dici ci sarà un sequel?

  20. Ciao, un’informazione. Non sono riuscito a capire l’ultima battuta. Chi può dirmela?

  21. E’ stata una gran giornata!

  22. scusate non trovavo piu il sito.. un sequel? certo che ci sarà.. non dimentichiamoci che Lily si presuppone si sia salvata (lei l’elicottero lo ha preso)… vedremo.. io resto in trepida attesa.. sono andata anche sui myspace.. sono fenomenali..collegati tra loro.. con frasi e foto che lasciano davvero di stucco (richiamano le loro vite nel film).. io davvero davvero davvero dico che questo film è troppo innovativo PER TUTTO.. vediamo il sequel.. nn so se però sarà all’altezza A MENO CHE… Come spesso accade ultimamente, non abbiano trasmesso per ora una parte già attaccata alla seconda.. forse se il film è stato girato tutti insieme e successivamente diviso.. potrebbe essere interessante.. ma l’unica cosa davvero che mi intripperebbe sapere è CHI MOSTRUOSAMENTE E’ STO MOSTRO?=???? Ciao a tutti sarah

  23. ooopppsss scusate.. nn ho scritto che nella grande propaganda per il film sono state create delle pagine myspace di alcuni dei personaggi..scusate se no nn si capiva niente… solo che nessuno sapeva fossero personaggi fittizzi.. andate a vedere..sono incredibili!!! ciao sp

  24. Grazie per la segnalazione! Non perderti più l’indirizzo e torna a trovarci presto!

  25. sara ma sckerzi????come fa ad esserti piaciuto una porcheria simile???è un film senza senso un mostro che arriva a manahttan non si capisce come ci sia arrivato niente di niente non ha nessun senso altro che premio oscar

  26. ehhh ma a me è piaciuto proprio per i motivi per cui a te non è piaciuto… non era il senso che dovevi trovare almeno non del mostro quella è una curiosità che resta… io parlo della parte del film che te lo fa vivere.. forse abbiamo visto il film con pretese ed occhi diversi… sto film ha diviso le platee a metà.. quindi.. normale che a me sia piaciuto ed a te no.. magari ad altri dieci si ed altri dieci no.. chissà.. ciao ^__^

  27. Marco il cinema crea un patto con lo spettatore ovvero anche se lo spettatore sa che quello che vede è finto ci crede (il famoso patto con lo spettatore). Se il film non ti inganna e non lo fa tu devi accettare che arrivi un mostro a Manhattan senza motivazioni. Il regista per rispettare la sua parte del patto non deve ingannarti. Mi spiego: un inganno si avrebbe avuto se all’improvviso, senza spiegazione il mostro fosse stato cavalcato da uno dei protagonisti e fosse diventato il miglior amico della popolazione o ancora se ti avesse detto di essere a New York ma sullo sfondo vedevi il Colosseo. Credo che tu quindi intenda attaccare la storia che non ti colpito e nemmeno affascinato. Quali sono i tuoi gusti in ambito fantascientifico?

  28. Sarah tu sei amante di Lost che difendi così a spada tratta l’opera prima di J.J.Abrams al cinema?

  29. Allora Diego ti racconto questa, ho visto cloverfield senza aver neanche sentito parlare di qsto film.. nn ne sapevo assolutamente niente.. nè tanto meno di chi o con chi fosse.. ti dico che non sapevo nemmeno di tutta la propaganda fatta o che parlasse di un mostro.. sapevo slo che era tipo la strega d blear, riprese tipo amatoriali.. un gruppo di ragazzi ad una festa improvvisamente succede qsa… basta. Non sapevo altro. La cosa sorprendente, caro DIEGO, che io stò già guardando la quarta serie di LOST perchè io amo il tf in questione e del quale, a mio solito, ho fatto una garnde ricerca internettiana. Quindi la mia risposta è, sì amo adams ma no nn difendo cloverfield per questo.. l’ho amato e mi ha fatto soffrire (la scena dei ti amo io continuo a dire che è sorprendentemente diretta come una freccia a mille km all’ora.. almeno per me) prima di saperne qsa. Ma sono soddisfatta di scoprire qnto siano coerenti i miei gusti… poi UNA NUOVA CHICCA A PROPOSITO DI UN PROBABILE SEQUEL.. sembrerebbe che dopo i primi due finali (elicottero e i ti amo) proprio prima dell’interrompersi definitivo della pellicola, a schermo nero si oda una voce (presunta quella di rob) “aiutateci” sospiri “Lui è ancora vivo” . Quindi ecco che se così fosse (e a quanto ho potuto sentire da una registrazione lo è ma devo scoprire se è veramente del film tale registrazione)le basi del sequel già c’erano. ciao diego.. a presto sp

  30. rettifico: le registrazioni sono durante i titoli di coda.. ciao sp

  31. Io adoro J.J.Abrams e ho visto di lui anche Felicity. Anche a me è piaciuto Cloverfield, ma quando ti chiedo se ti piace J.J.Abrams non è perché penso che tu per presa di posizione difenda a spada tratta Cloverfield bensì perché penso che essendo il suo uno stile molto personale, se ti piace Cloverfield ti piace pure Lost. Ti preannuncio che appena uscirà la quarta serie di Lost in Italiano parlerò anche di Lost, credo con uno speciale di presentazione, ma ti chiedo di non anticipare nulla 🙂 Ti aspettiamo per i commenti!
    Continua a scriverci!

  32. no diego nn ti preoccupare… nn rivelerò assolutamente niente… anche io ho seguito felicity e nn sapevo fosse suoooo. ciao a presto….

  33. Ti sembra ci sia un filo logico che collega i lavori di J.J.Abrams?

  34. mmm.. ci stavo pensando prima mentre ti rispondevo di felecity… sia in felicity che in lost che nello stesso coverfield si parla di gruppi di persone, amici, compagni, compagni di sventura.. ma cmq i personaggi si ritrovano sempre a superare le difficoltà uniti.. anche in felicity nonostante si tratti di drammiben diversi… ma la cosa piu sorprendente secondo me, è la sua capacità di farti vivere per reali situazioni del tutto inverosimili tipo cloverfield o lost. perchè voglio dire, anche lost.. non sno nè naufraghi normali nè quella è un’isola normale. Eppure anche lost sembra vero. Lo vivi come vero anche quando ti incontri un orso polare nella giungla.. la tensione ecco credo il suo saper tenere la tensione alta ma.. sempre sempre sempre accompagnata da una grande fetta di vita sociale ed emotiva.. e poi mi piace che non scelga mai attori famosi, li rende lui famosi!!! Sapevi, per esempio, che hugo non era un personaggio fisso del tlf? Quando l’attore che interpreta hugo (“coso”) si presentò ai provini per la parte di sayer (strano ma vero….) naturalmente non fu loro possibile ingaggiarlo per quellaparte ma ne inventarono una apposta per lui.. sì credo che alla base di tanta tensione ed effetto reale ci sia una buona componente di scelte fatte casualmente e molta improvvisazione (le battute di cloverfield veniva reinterpretate dagli attori mentre giravano, gli attori di lost hanno i copioni solo il giorno delle riprese (per non far trapelare niente) e poi.. il mistero.. il mistero e le bellissime pubblicità e propagande che girano attorno alle sue opere.. ora le cerco.. son sicura che ne trovo altre che conosco e mi piacciono.. tu che dici? ciao sarah

  35. ciao innanzitutto complimenti per questa recensione io ho visto il film e meraviglioso con questa telecamera e tutto piu reale,e come se ti trovassi con loro.comunque un continuo ci sara lo anno detto a coming soon,forse scopriremo di piu su questo mostro che si bisbiglia di natura angelica cioe angelo della morte!

  36. Grazie dei complimenti. Stefano te la senti di metterti in mezzo nel dibattito sul film? Tu sei un fan di J.J.Abrams e Lost?
    Per Sarah io ho dato il mio nella recensione. Ora lascio lo spazio a voi per trovare similitudini. Certo che se io faccio una domanda è perché credo che chi ama J.J.Abrams può azzardare a cercare un filo conduttore. Non voglio espormi troppo. Datemi voi spunti. 🙂

  37. purtroppo non ho mai potuto seguire lost con continuita pero da quel poco che ho visto mi e piaciuto parecchio comunque esponiti pure perche mi sembra che i tuoi pareri siano altamente condivisibili e chi non capisce un film come cloverfild! 🙂

  38. scusa chi non capisce un film come cloverfild be peggio per loro non sanno cosa si perdono

  39. Bisognerebbe definire cosa ci si aspetta da un film. Voi cosa cercate in un film di fantascienza? Siete amanti del genere?

  40. buonasera.. come mi piace questa discussione!!! ciao Diego ben trovato, ciao stefano ben venuto, ciao a tutti quelli che leggono ^__^ . Mi sno iscritta alla news letter così sarò sempre aggiornata sulle recen e potrò dire la mia (quando avrò qsa da dire). Stefano sno stra d’accordo con te.. sopratutto mi chiedo come sia possibile che la gente fuori dal cinema, con la faccia schifata dica:”Ma come è girato male questo film….. ma perchè è fatto così…” ma comeeee ma non vi rendete conto di quell’ansia quell’angoscia.. quella tragedia… io credo che chi ragiona così nn abbia capito un bel niente non del film ma del cinema in genere… e per rispondere anche a te Diego, dico che io adoro i film enigmatici.. strani… donnie darko per citarne uno oppure vanilla sky per dirne un altro oppure the skeleton key (ahhh come scrive… 🙁 ) breaking down… ecc.. ecc.. nn ho un filone preferito.. cmq se si parla di fantascienza (nn me ne voglia cloverfield… ) a me viene in mente GUERRE STELLARI.. io credo che i vecchi tre episodi siano un qualcosa di spettacolare… i miei preferiti in assoluto.. ecco, quella è la mia definizione di fantasc.. io cloverfield sinceramente non l’ho veduto molto come fantascienza… forse piu un fantasy – horror… ahhh e poi ho amato molto MATRIX (IL PRIMO) gli altri due.. mi sanno un po’ di arrangiamoloconsupereffettispecialiedimentichiamounpo’difilosofia. Insomma, in definitiva ecco.. a me piacciono, in genere, i film dalle forte emozioni e se c’è un bel po’ di mistero intrinseco a sentimenti sno il mio genere.. al di la di tutto ciò voglio dire che erano anni ma anni che non provavo ql senso di soffocamento ed ansia mista a paura solo guardando un film, come ho provato con cloverfield. Rispetto tutte le opinioni.. ma vi prego non dite “Perchè l’ha girato così”.. è un insulto alla creatività. Ciao a tutti ^__^

  41. Diego però dovresti dirmi te cosa ne pensi del filo conduttore.. io l’ho fatto 🙁

  42. Finché parlate voi io vi ascolto. Mi piace vedere quello che riuscite a trarre. Io sono laureato in cinema, ma penso che gli appassionati di cinema possono notare cose che nemmeno i dottoroni possono notare. Ora Cloverfield è bello, ma non è un capolavoro, però voi gli state rendendo l’onore che merita. A me è piaciuto molto. La commistione di generi ci dà la possibilità di riflettere sull’evoluzione del cinema. Cloverfield non è un horror (e direi meno male…visto gli ultimi film), ma un film di fantascienza, quanto Matrix è un Western (colpo di scena) e i film splatter horror! 🙂
    Prova ad approfondire le motivazioni della sensazione di soffocamento…

  43. ciao sarah pan ciao diego,io amo ifilm dove ci sono enormi mostri da quando guardavo i film di godzilla pero cloverfild e qualcosa di incredibile,primo perche viene raccontata una normale giornata se cosi si puo dire di persone normali e poi perche l’11 settembre e molto presente, poi questa creatura cattivissima appare ma sembra quasi un personaggio secondario rispetto ai 4 ragazzi,infatti con questa fuga vengono fuori le personalita dei personaggi.

  44. Secondo voi il mostro è più uno di quelli giapponesi tipo godzilla citato da Stefano (e qui si spiegherebbe la citazione al Giappone che fa il protagonista) o qualcosa di alieno stile l’Alien di Ridley Scott, versione gigante? Eppoi i piccoli mostriciattoli da dove arrivano?

  45. sui mostricini sono i parassiti del mostro grande e lui io non lo so cosa sia.. ma ho come la vaga impressione che tutti filmati pre- film come il falso tg (spero sappiate di cosa parlo) ci vogliano solo sviare.. non ho idea di cosa sia .. ma credo che quei mostriciattolini ne diano una visione….mi spiego. Io avevo pensato ad un esperimento, un esperimento militare… ma poi se i mostriciattoli sono parassiti del mostro gigante.. come è possibile che un esperimento abbia i parassiti? E mostrosi pure loro??? cioè, i militari si son ingegnati non solo a creare un mostro distruggi tutto, ma anche a corredarlo di parassiti? Non regge. Potrebbe essere un extraterrestre.. si potrebbe… ma come è arrivato sulla terra? Nessuno sapeva niente? chissà cos’è chissà se lo sapremo mai.. ma è bellissimo questo non sapere. Non pensate? Stefano hai centrato. Infatti, mi dispiace per te, ma qsto non è un film di mostri vero e proprio… il vero film è la fuga dal mostro… la storia… cioè il cercare di immaginare cosa gli uomini siano capaci di fare in situazione assurde ed inverosimili (ma.. .siamo proprio sicuri sia cosi inverosimile…?), ed il richiamo all’11 settembre (oh my god… oh my god…) è cosi forte da tenerti del tutto appiccicato alla poltrona…. stefano nn pensi anche tu che l’ansia dei personaggi con un film girato cosi, stile amatoriale dico, nn arrivi di piu al cuore? e cosa ne pensi tu del finale dei ti amo? ti ha colpito? Te lo chiedo perche non so se hai letto piu sopra. Io nn ho dormito per due notti a ripensare a quei due ragazzi li sotto, probabilmente morti dopo essersi confessati un amore nascosto dall’infazia. Il senso di soffocamento, diego, credo dipenda proprio dalla capacità che ha avuto il film nel coinvolgermi… io faccio teatro e forse l’immedesimazione mi è arrivata paraticolarmente.. non so… fatto sta che mi portavo spesso la mano alla gola.. ma non erano vertigini per le riprese.. te lo posso assicurare. ciao gente.. buona serata.P.S. Diego complimenti. Questo sito mi piace un sacco. In generale.

  46. Grazie per i complimenti. Un buon sito vive del passaparola e quando ci sono buoni articoli e soprattutto gente appassionata che discute viene sempre fuori qualcosa di buono. Ti pregherei allora di continuare il dibattito su Cloverfield qualora stefano o altri tirassero fuori nuove argomentazioni. Ora son curioso pure io di vedere il seguito questo grazie o a causa tua…
    Ti pregherei anche di fare un bel cerca sul sito su Felicity che dovresti trovarlo anche nella categoria Recorder e commentarlo siccome l’hai visto. Da te potrebbe nascere un’altra bella discussione. Buona serata!

  47. Lo farò.. posso mettere l’indirizzo del sito sul mio space?

  48. Certo che puoi e puoi anche portare tutti i tuoi amici a dibattere di cinema e film qui. Ti aspetto e aspetto tutti i tuoi amici. Ciao

  49. Esce oggi in DVD Cloverfield. Il link lo trovate al commento 51. Ci sono delle curiosità molto appetitose. Andate a vederle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>