Sara Tommasi arruolata nella web tv di Simona Ventura?

di Marcello Filograsso Commenta

Sara Tommasi racconta integralmente  il suo dramma in diretta tv, ospite di Simona Ventura a “Cielo che gol”, il programma di intrattenimento domenicale a base di calcio e ospiti controversi (da lei sono passati Roberto Formigoni, Belen Rodriguez, Nicole Minetti, le manca solo Fabrizio Corona). Sono sembrate quattro chiacchiere tra amiche durante le quali è stata ripercorsa la carriera di Sara : dagli esordi come schedina a “Quelli che” fino all’esperienza nel reality “L’Isola dei Famosi”, senza trascurare di ricordare la laurea alla Bocconi di Milano, un traguardo di cui la Tommasi dice di essersela sudata.

Successivamente, le due hanno parlato del baratro in cui Sara era piombata e dal quale sta cercando faticosamente di risalire. Simona Ventura a quel punto non è riuscita trattenere le lacrime e le ha promesso un aiuto. “Io una possibilità te la darei, te la meriti. Sei una ragazza valida, ti voglio dare una mano. Hai tutte le armi per poterne venire fuori“, le ha detto Supersimo sulle note di “Forrest Gump”.

In seguito Simona Ventura, prima di nascondersi dietro la cartelletta e scoppiare in un pianto liberatorio, chiede al collega Alessandro Bonan di proseguire la conduzione, tra l’altro scusandosi per la reazione: “Odio le lacrime in televisione, detesto la Tv del dolore”, spiega quasi imbarazzata e forse sentendosi per averle conferito popolarità, anche se la conduttrice non poteva sapere che la starlette sarebbe entrata in un circolo vizioso a base di filmini porno, droghe e Alfonso Luigi Marra, onorevole del Pdl con il quale ha avuto una relazione.

Ora che la Tommasi sta meglio, è uscita dalla clinica, potrebbe collaborare con lei nella sua web tv. Almeno stando a quanto riporta la la rubrica “Tele canto, tele dico , tele suono” di Novella2000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>