Stelle Nere, Marco Marra e le storie a disegni su Rai3

di Redazione Commenta

Da stasera la seconda serata di Rai3 del sabato propone un nuovo programma dal titolo Stelle Nere, la trasmissione in cui la voce di un narratore e la matita di una disegnatrice tracciano le linee del racconto di storie dai tratti oscuri e morbosi, strettamente legate al contesto storico in cui sono nate e di cui sono, in un certo senso, un prodotto emblematico.

 

La caratteristica principale di Stelle Nere è quella della commistione tra documento e disegno, che si intrecciano a costruire un unico racconto con la chiarezza del documento che si aggiunge alla forza suggestiva del disegno: libero di muoversi all’interno di scene e di luoghi disegnati, l’autore e conduttore Marco Marra (che ha scritto il programma insieme a Michele Alberico con i disegni di Chiara Fazi) ripercorre le vicende narrate partendo dall’epilogo tragico e risalendo fino al momento in cui tutto ha avuto inizio, fino al punto esatto in cui qualcosa si è rotto, e tutto è precipitato.

La prima puntata di Stelle Nere è dedicata ai Marchesi Camillo e Anna Casati Stampa, con una storia che risale al 30 agosto 1970: a Roma vengono rinvenuti tre cadaveri in un lussuoso appartamento in via Puccini n. 9, a pochi metri da Villa Borghese, si tratta del marchese Camillo Casati Stampa, di sua moglie Anna Fallarino e del giovane Massimo Minorenti.

Sembra un banale dramma della gelosia ma la scena del delitto è solo il sanguinoso epilogo di una storia che sta per sconvolgere l’Italia perbenista e benpensante dell’epoca: titoli a caratteri cubitali e fotografie scabrose della vita segreta della coppia invadono per mesi i giornali italiani.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>