Sanremo 2013, il regolamento: torna la giuria di qualità, abolita la demoscopica. Littizzetto (quasi) certa, Saviano e Baglioni in forse

di Redazione 1

La musica al centro di tutto“. E’ questa la promessa fatta da Fabio Fazio durante la conferenza di presentazione della nuova edizione del Festival di Sanremo da lui condotta dal 12 al 16 Febbraio su Rai1. L’obiettivo, dice il direttore dell’Intrattenimento Rai Giancarlo Leone, è “fare un bel Festival, poi gli ascolti arriveranno“. Sul piano degli ascolti Fazio ci tiene a non battere il suo record raggiunto nel 2000 e dichiara: “non ingaggio nessuna competizione, rispetto a chi mi ha preceduto c’è il massimo rispetto“.

I PARTNER DI FAZIO – Accanto a Fazio, sembra ormai certa (e scontata) la presenza di Luciana Littizzetto anche se “non dirà niente fino a domenica 30 settembre durante la prima puntata di Che tempo che fa“. Non è certa, invece, la presenza di Roberto Saviano. Fazio ha dichiarato (fonte Repubblica):

Saviano rappresenta il meglio del nostro paese, se venisse (e lo decideremo solo a ridosso del Festival) non rifaremo Vieni via con me.

La regia sarà affidata a Duccio Forzano, il direttore artistico sarà Mauro Pagani che promette “molta qualità” (noi di lui ci fidiamo!) mentre la scenografia sarà affidata a Francesca Montinaro, la prima donna in 63 edizioni.

LA GARA – Il girone Campioni (ex Big) sarà composto da quattordici artisti. Ognuno di loro dovrà presentare due brani inediti: “due pezzi danno la possibilità di avere anche una canzone che ha un legame col cuore dell’artista“. Gli artisti non saranno eliminati, ma saranno eliminate le canzoni. Ci sono novità nel sistema di votazione dei brani: il televoto viene ridimensionato, torna la giuria di qualità e debutta la giuria della stampa; viene invece abolita (finalmente) la giuria demoscopica.

L’unico “campione” confermato, al momento, è Gino Paoli che ha risposto “ci provo” all’invito di Fazio. Tra i Campioni non potranno esserci minorenni (preclusa la strada alla brava Francesca Michielin, dunque). Fazio ha poi precisato che non ci saranno esclusioni a priori per gli artisti usciti dai talent: “valuteremo le canzoni“.

Il girone Giovani sarà composto da otto emergenti. Sei saranno scelti fra chi ha almeno un cd o due singoli già in circolazione ed ha un’età compresa fra i 18 e i 33 anni.  Due arriveranno da Area Sanremo, che ammetterà cantanti di età compresa fra i 16 e i 36 anni. In giuria ad Area Sanremo ci saranno Andrea Mirò, Nicolò Agliardi e Omar Pedrini.

OSPITI – Fazio ha voluto precisare che non ci saranno super-ospiti italiani, per confermare la stima a chi accetta di partecipare alla gara. Così Fazio avrà il piacere di ospitare esclusivamente ospiti stranieri, “preferibilmente non in promozione“.

L’unico ospite italiano potrebbe essere Claudio Baglioni che arriverebbe all’Ariston nelle vesti di co-conduttore nella serata del venerdì, durante la SanremoStory, quando i Campioni proporranno un brano che ha fatto la storia del Festival insieme ad un artista italiano o internazionale.

I requisiti per un ottimo Festival ci sono tutti. In bocca al lupo!

Photo credits | Getty images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>