Kilimangiaro, 24 gennaio su Rai 3: Toscani, Boeri, Soresina

di Redazione Commenta

Nella puntata di domenica 24 gennaio di Kilimangiaro, in onda dalle 15.05 su Rai 3, ospiti di Camila Raznovich: l’architetto e urbanista Stefano Boeri, ideatore del Bosco Verticale (i due grattacieli di Milano le cui facciate accolgono alberi e arbusti di oltre 10 mila varietà); la biologa Alessandra Soresina e l’etologo Pierluca Costa; per la rubrica Lost Alberto Villa (figlio di Giovanna Bellotto scomparsa nel 1999 durante un viaggio in Tanzania).


Per Il Borgo dei Borghi, si va a Giglio Castello nell’Isola del Giglio mentre Il cacciatore di paesaggi si ritrova nelle Bocche dell’Inferno di Civita Castellana; torna l’appuntamento con l’Osservatorio Internazionale, questa domenica con Maria Esposito, giornalista di Rai News 24 che -oltre a raccontare le zone calde del pianeta- insieme a Michela Proietti del Corriere della Sera, commentano dal punto di vista di chi viaggia l’iniziativa di alcuni esercenti pubblici di vietare l’ingresso dei bambini o, al contrario, di rendere accessibili le strutture solo alle famiglie. Torna lo spazio Split Screen con un’intervista a Oliviero Toscani che racconta lo Utah, tra le montagne rocciose, Salt Lake City e deserti di sabbia.

A Kilimangiaro nuovi documentari partendo da Cuba, per poi proseguire in Iran nell’arcipelago di Qeshm, arrivando in Marocco nelle città imperiali del Maghreb Fez e Meknes, proseguendo in Argentina, nella provincia spagnola di Salta e nel paese più affascinante del Commonwealth, l’Australia, dove lo splendore delle città di oggi si inchina alla maestà della cultura di ieri. E ancora, il Malawi con i suoi parchi nazionali, le distese d’acqua e le foreste pluviali e, infine, la conclusione del viaggio iniziato la settimana scorsa sul Danubio, per dirigersi verso il delta del fume più selvaggio d‘Europa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>