Edda Ciano e il Comunista stasera su Rai uno

di Valentina Petulla Commenta

E metre a Brescia si cerca di fare di tutto per riportare in vita la statua che tanto piaceva a Mussolini, il Bigio, Stefania Rocca e Alessandro Preziosi tornano su Rai1 nel film per la tv Edda Ciano e il Comunista, una produzione Casanova Multimedia in collaborazione con Rai Fiction, in onda stasera alle 21.10.

Il film è la storia d’amore impossibile tra una donna, Edda Ciano (Stefania Rocca), figlia del duce, una figura femminile attraente, forte e  Leonida Bongiorno ( Alessandro Preziosi )  un giovane partigiano  iscritto al Partito Comunista. E’ l’autunno del 1945 quando l’ex partigiano, finita la guerra, rientra a Lipari. Poco dopo Edda Ciano, figlia di Benito Mussolini, sbarca sull’isola dove è condotta al confino. Accolta nel disprezzo generale Edda viene perquisita, umiliata e accompagnata nel tugurio in cui dovrà vivere per un anno.

Leonida  nel frattempo si adopera per migliorare le condizioni dell’isola devastata dalla guerra:  rimette insieme la banda musicale di suo padre, promuove le attività del rinato Partito Comunista,  riesce a trovare della farina da distribuire democraticamente. Proprio durante tale distribuzione si scatena una rissa, in cui Leonida salva Edda da un cavallo imbizzarrito. E’ il primo intenso incontro cui ne seguiranno altri, facilitati dal fatto che la donna andrà ad abitare in una casa di  proprietà di Leonida. Nei  giorni che seguiranno i due si  conosceranno.  E si piaceranno molto fino a quando, per effetto dell’ amnistia firmata da Togliatti, Edda  potrà lasciare l’isola per tornare dai suoi figli.

Completano il cast Alessio Vassallo (Vittorio), Federica De Cola (Annetta) e Gaetano Aronica (Marcellini). Il  film è prodotto da Luca Barbareschi e tratto dall’omonima opera letteraria  di Marcello Sorgi, direttore del Giornale Radio Rai,  con Dajana Roncione, Adriano Chiaramida e la partecipazione di Ilaria Occhini. Per la regia di Graziano Diana che firma anche soggetto e sceneggiatura insieme a Stefano Marcocci e Domenico Tomassetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>