Giulia Elettra Gorietti a Cinetivù: “I liceali 3, pillola di sincerità che dà fastidio all’alto”

Foto: AP/LaPresse

Giulia Elettra Gorietti, attrice, tra i già numerosi film, di Caterina va in città (2003) e di Tre metri sopra il cielo (2004), è una delle nuove alunne all’interno della fiction I liceali 3, in onda da mercoledì sera su Canale 5. Abbiamo avvicinato al nostro microfono la giovane, classe ’88, che nella serie tv prodotta da Taodue interpreta il ruolo di Alice Lovatelli, ragazza di bell’aspetto e sicura di sé che da subito farà amicizia con la nipote del professore Enea Pannone.

Nella prima puntata il tuo personaggio esce temporaneamente perdente in amore nel confronto con Camilla Pannone, interpretata da Virginia Valsecchi

Non posso dire come finisce, se no Valsecchi mi strozza (ride, Ndr). Nella prima puntata Alice è il cliché della ragazza viziata, anche se molto ironica. Questa antipatia secondo me fa sorridere perché è tanto eccessiva. La cosa che mi ha entusiasmato nell’interpretare questo personaggio è che tra pochissime puntate cambierà. Ci sarà proprio una trasformazione, come quella che hanno tutti i ragazzi nell’adolescenza. Ciò la porterà a diventare una ragazza con i piedi per terra e soprattutto entrerà molto di più in contatto con se stessa e con la sua sensibilità, che celava con questa maschera. Lei ricopre un livello della società romana molto alto e il suo essere così egocentrica, così fuori dal normale, secondo me è un modo per attirare l’attenzione verso la famiglia borghese e eccessivamente rigida.

Sinceramente, avevi visto le prime due stagioni della fiction?

, son sincera, la prima l’ho vista.

S’è parlato, anche in conferenza stampa, della verosimiglianza della serie nei confronti della scuola e degli studenti reali. Cosa ne pensi?

Io credo che queste critiche che ci sono state verso la nostra serie sono state fatte per celare gli aspetti negativi della nostra Istruzione, perché ve ne sono. Secondo me alla base dell’istituzione della scuola qualche problema inizia ad esserci e I liceali è solamente una pillola di sincerità che dà fastidio all’alto.


Lascia un commento