Amici Vip, da settembre su Mediaset senza Maria De Filippi alla conduzione

di Antonio Ruggiero Commenta

Amici Vip parte da settembre su Mediaset, ma non sarà condotto da Maria De Filippi, che vuole dedicarsi invece ai ragazzi del programma

Amici Vip è pronto a partire da settembre, ma sebbene come casa di produzione troviamo la Fascino, Maria De Filippi ha declinato l’offerta di condurre il programma per dedicarsi ai ragazzi di Amici, ma parliamone meglio subito dopo il salto.

Amici Vip, anticipazioni

Tra le possibili conduttrici di Amici Vip spicca il nome di Michelle Hunziker, mentre in gara personaggi del mondo del cinema, della musica, della moda che devono dimostrare le proprie doti artistiche sottoponendosi ogni settimana a una serie di prove in diverse discipline. A giudicarli è una giuria di esperti, in via di definizione. Niente televoto, però: il programma con ogni probabilità andrà in onda in differita, anche perché Michelle Hunziker dovrà affrontare contemporaneamente l’impegno in diretta con Striscia la notizia.

A novembre arriva invece l’edizione classica di Amici, per la quale sono confermati i coach Alessandra Celentano e Veronica Peparini per il ballo e Rudy Zerbi per il canto. Nel frattempo è già in moto la macchina dell’edizione numero 19 con i casting: una folla di aspiranti cantanti e ballerini sta invadendo in questi giorni gli studi Titanus a Roma per le audizioni, che quest’anno si svolgono sotto l’occhio attento degli autori, del maestro Beppe Vessicchio, di Giuliano Peparini confermato direttore artistico, ma anche di ex vincitori e artisti lanciati dal talent e ormai affermati come Stash, Irama, Alessandra Amoroso, Alberto Urso e Giordana Angi. L’idea di coinvolgerli è stata di Maria De Filippi, che come sempre si dedica anima e corpo alla sua scuola di talenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>