Domenica Live, la trasmissione è confermata e spetta a Barbara D’Urso decidere se tornare alla conduzione

di Antonio Ruggiero 1

Domenica Live, il contenitore domenicale di Canale 5 è confermato anche per la prossima stagione televisiva, sarà Barbara D'Urso a decidere se tornare alla conduzione

La presentazione dei palinsesti televisivi delle reti Mediaset hanno messo in campo alcune novità e confermato alcuni show di successo, tra cui Domenica Live, il contenitore domenicale di Canale 5 che lo scorso anno ha combattuto la guerra dello share contro la Domenica In di Mara Venier; per quanto riguarda la conduzione, spetta a Barbara D’Urso scegliere se tornare o meno, ma parliamone meglio subito dopo il salto.

Domenica Live, a Barbara D’Urso l’ultima parola sul ritorno

Pier Silvio Berlusconi, presidente e amministratore delegato di RTI, la società che esercita tutte le attività televisive del gruppo Mediaset, ha dichiarato:

Domenica Live è confermata nel solito orario, ma Barbara D’Urso ha tanti impegni, le abbiamo dato la libertà di decidere se ce la fa o meno. La domenica per noi è la fascia meno rilevante e abbiamo lasciato a lei piena libertà.

La scorsa stagione televisiva è stata particolarmente intensa per Barbara D’Urso, che è stata impegnata alla conduzione di Pomeriggio Cinque, Domenica Live, Grande Fratello e Live – Non è la d’Urso, riuscendo ad ottenere ottimi risultati e dando un’impronta specifica a queste trasmissioni. Qualora decidesse di abbandonare Domenica Live, sarà davvero difficile trovare una conduttrice che riesca a sostituire la D’Urso senza stravolgere il programma.

Commenti (1)

  1. Barbara D’Urso, prima della sua conferma nel ruolo di conduttrice di Domenica Live: “Sono state bocciate come sempre da Canale 5 per pollice in basso le ultime edizioni di Avanti un Altro e quelle di Ciao Darwin che, secondo Alessandro Cecchi Paone e, proprio a causa loro, fanno molto piangere migliaia di italiani anche per condizioni “peggiorate” tra false partenze, falsi arrivi e false vittorie che lo accompagnano alla loro squalifica verso la chiusura che, tra puntate inedite ingannevoli, repliche negative e scorretti tornei, non andranno in onda per nessun motivo nonostante i momenti di serietà, paura, rabbia furiosa, polemiche, sfortune grigio-nere, pollici in basso, sbadataggine, distrazione, pensierosità, preoccupazione, dispiacere, rammarico, tormento, pena, mestizia, tristezza, negatività, velenosità, disperazione, malinconia, cruccio, afflizione, doglianza, angustia, infelicità, supplizio, patimento, desolazione, patema, duolo, croce, accoramento, critiche negative, ascolti in rosso negativo, in calo e numerosi share troppo bassi, fischi e insulti di pubblica umiliazione dal pubblico che lo cacciano dalla televisione per strozzature, inganni e menzogne sulla crisi di nervi tra attacchi di rabbia che nonostante l’impostazione di alcuni regolamenti troppo cattivi, rigidi e assurdi, norme troppo stringenti, punizioni troppo corporali oppure ingiuste in cui il pubblico, per dispetto, se la prende spesso con un ex conduttore con tutti i personaggi interpretati da ex attori entrambi non meglio noti tra gemiti, lamenti e pianti di tristezza, noia assicurata e un mini-mondo criminale in stile thriller e dall’aspetto tenebroso, noir, violento, tirannico, sinistro, agghiacciante, drammatico, oscuro, tenebroso, cupo, minaccioso, insolente, maleducato, non molto bravo, non molto scherzoso, perfido, malvagio, avido, diabolico, crudele, spietato e corrotto come uno di quei carceri troppo duri a causa di urla minacciose e troppo brusche, prese maleducatamente in giro molto cattive, insulti in tutti i mezzi di comunicazione come i computer, i cellulari, le radio e le televisioni, manipolazioni tiranniche, linguaggi volgarmente scurrili troppo pieni di bestemmie e parolacce tutte presenti nei turpiloqui nei dialetti di tutti e tre i fronti italiani come il Nord, il Centro e il Sud e che hanno la brutta erre troppo moscia come parlano spesso i monegaschi, i transalpini, i francesi, i tedeschi, i lussemburghesi, gli austriaci, gli svizzeri ed altre parti straniere d’Europa più quelli del Nord America in conflitto con i confini asiatici che usano l’impronunciabile lingua anglo-nordamericana che non si parla molto bene, risse e litigi tra scuole che vengono licenziate in tronco se non ce la faranno a comportarsi per bene e che infrangono e, a causa di un esaurimento nervoso, corrompono tutto il regolamento scolastico estremamente cattivo ed ingiusto detto dagli insegnanti che si mettono a litigare ed incicciare insieme a tutte le classi formate da bulli troppo cattivi e bullette troppo inacidite che, a causa di gelosie tradite e fallite, scherzano molto male, si bullizzano e si picchiano a vicenda prima delle loro sospensioni che lo accompagnano alle loro espulsioni prima delle loro chiusure per licenziamenti a causa dei loro comportamenti del tutto peggiorati ed esagerati e dei compiti in classe molto difficili ed insufficienti da eseguire, inspiegabilmente non vedranno mai più la luce delle nuove edizioni che non scatteranno nel 2021 anche se, per punizione, si sono circolate alcune voci non auspicabili sul punto di non-ritorno dell’ex quiz che vede i concorrenti estremamente arrabbiati ed isterici che si mettono contro i cattivissimi ex personaggi interpretati da ex attori non meglio noti e le peggiori domande interro-negative di cultura generale sulla cantilena che, incluse quelle in modalità “eco-eco”, ottengono tutte le risposte sbagliate per azzerare lo sfortunato montepremi in denaro e che le due squadre rappresentanti categorie umane antitetiche si sono messe contro l’ex conduttore più maligno della televisione italiana per diventare sempre più forti, nella rivolta contro le teorie evolutive di Charles Darwin, le donne si sono messe contro gli uomini cattivi, nonostante le loro maldicenze per strette di facce troppo forte ai bulli picchiati che vengono spesso bullizzati dagli innocenti alunni e dagli insegnanti troppo bruschi che non vedono l’ora di punirli con la sospensione ed espulsione immediata da tutte le ex scuole pronte per essere chiuse alle mafie di tutti i fronti italiani che si devono togliere le loro vite oppure scoppiare le gole verso la loro morte, ottengono spesso gli ascolti molto negativi, in rosso calo e share troppo bassi insieme all’immediata cancellazione delle puntate inedite che, fino al 26 luglio 2020, non si allungheranno mai e verranno annullate proprio a causa loro da Mediaset anche se il tweet di Arcobaleno Tre dice che verranno cancellate anche le rattristatissime e non-piaciute repliche di questi ultimi che, divenuti antagoniste sia del preserale che del sabato sera, non procederanno mai senza gli allungamenti fino al TG5 della notte in parole povere: una vera giornata da incubo nonostante un loro tremendo e pauroso pasticcio di numerosissimi dislike con questo fenomeno molto serio, ma dall’aria lamentosa, gemente e piangente come questa valle di lacrime.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>