GRP: Giornale Radiotelevisivo Piemonte

di Enzo Mauri 1

 All’alba del periodo in cui le televisioni locali muovevano i primi passi nell’etere italiano GRP ovvero Giornale Radio Piemonte con sede a Torino, è già una realtà importante sul territorio, prima come radio, poi come televisione fondata dal marchese Stelio Cassano di Camerana. Nel 1976, la Rai non è presente con le redazioni locali del terzo canale, le tv private hanno buon gioco nel campo dell’informazione e considerato che le stesse sono ancora in numero esiguo in Piemonte, GRP riesce ad affermarsi con una certa facilità. L’emittente è tra le prime a diffondere le proprie trasmissioni a colori, nel 1979 la programmazione copre le 24 ore, con una copertura del segnale che raggiunge non solo tutto il Piemonte ma anche la Val D’Aosta e la Svizzera Italiana.

L’acquisto di GRP da parte della storica nonchè blasonata Antenna 3 Lombardia consente all’emittente piemontese di raggiungere l’apice del successo, oltre a fungere da trampolino di lancio a quelli che diverranno volti noti nel campo dell’intrattenimento televisivo e del giornalismo fra cui Piero Chiambretti, Alba Parietti, Ramona Dell’Abate, Maria Teresa Ruta, ma anche Gian Paolo Ormezzano, Maura Fassio e Daniele Cerrato, oggi giornalisti Rai e Sara Varetto oggi a Sky Tg24

Fra le trasmissioni storiche dell’emittente entra a far parte La Bustarella condotto da Ettore Andenna realizzato in coproduzione con Antenna 3 Lombardia e caratterizzato dall’alto numero di spot pubblicitari, a rappresentare uno dei primi esempi di programmi sponsorizzati. Come avviene per le altre insigni consorelle sparse sul territorio italiano, anche GRP decide di entrare a far parte di circuiti televisivi, le cosiddette syndication, la prima è Euro Tv poi ne seguiranno altre fra cui Odeon, Cinquestelle, TV Italia, Junior TV, Super Six.

Nel periodo a cavallo tra le fine degli ’80 e i primi anni ’90 il fallimento di Antenna 3 Lombardia trascina anche GRP, la cui direzione è costretta a vendere buona parte delle frequenze e a costituire una cooperativa per salvare l’emittente dal definitivo tracollo. Il rilancio parte dal 1996 quando alla direzione arriva l’attuale editore Mauro Lazzarino.

A oggi oltre alle numerose edizioni dei notiziari e gli approfondimenti Monitor, la programmazione interamente autoprodotta vede tra le trasmissioni più importanti: Il vicino di casa con Maurizio Scandurra dove si discute assieme a due avvocati di diritti dei cittadini, La città allo specchio condotto da Alessandra Perera e Sportivamente con Jacopo Bianchi e Alessandro Sartore che insieme ad ospiti in studio parlano delle squadre di calcio piemontesi in particolare di Juventus e Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>