I Menù di Benedetta chiudono? Benedetta Parodi alla ricerca di un nuovo format?

di Redazione Commenta

La7 è alle prese con la chiusura di un nuovo programma. Vediamo se lo capite da questi indizi: è condotto da una donna, ha cambiato collocazione oraria più di una volta, va in onda ogni giorno. Ancora niente? Lo conduce una della sorelle Parodi. Sì, avete capito bene, dopo Cristina è arrivato il momento di chiudere baracca anche per Benedetta. Non ci voleva molto a capirlo stando ai fatti, con il nuovo orario  delle 19.00 I Menù di Benedetta sono addirittura calati a meno del 2% di share, facendo anche peggio del predecessore G’ Day.

A farlo sapere Stop. Il settimanale diretto da Daniele Urso dice che la tv di proprietà di Ti Media ha già deciso sul futuro de I Menù di Benedetta. C’è però una remota ipotesi, o forse sarebbe meglio dire “si attende il miracolo”: un maggiore calore da parte del pubblico nelle prossime settimane. Sempre secondo Stop si dice che Benedetta Parodi sia già alla ricerca di un format di cucina più avvincente. L’ex giornalista di Studio Aperto pare si sia rivolta a Endemol per trovare una nuova trasmissione, magari che ricalchi lo stile de La prova del cuoco – non a caso di proprietà della società di John De Mol.

Ogni programma è segnato a essere soppresso. Sarà davvero la maledizione del pomeriggio di La7? Al momento I Menù di Benedetta può ancora vantarsi di essere “il sopravvissuto”. Ci auguriamo che possa davvero essere così per molto ancora. Va bene aver cancellato il pastrocchio (ma con grande classe) Cristina Parodi Live, stiamo superando il dolore per l’addio di G’ Day, ma almeno I Menù di Benedetta lasciateceli.  Forse l’unico programma di cucina della televisione italiana a non proporre sempre la stessa minestra (la citazione culinaria non è scelta a caso). Possibile che il solo a non floppare a La7 sia Il Commissario Cordier?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>