Showtime: 20 canali in 1!

di Debora Corrado Commenta

Oggi ci trasferiamo oltreoceano per parlare di uno dei canali stranieri più famoso e quotato che trasmette alcune delle serie tv di maggior successo nazionale ed internazionali. Mi riferisco a Showtime, il canale USA che vanta ben 16 milioni e mezzo di telespettatori in tutto il territorio statunitense.

Fondato nel 1976, il suo primo programma fu Celebration, una maratona musicale con grandi della canzone come Rod Stewart, Pink Floyd e gli ABBA. Da allora la sua strada fu solo una salita. Solo due anni più tardi riuscì a raggiungere e superare il canale avversario HBO.

Ma è degli anni 2000 la sua più grande conquista, quella di essere riuscita a moltiplicare i suoi canali e di aver ampliato la scelta del pubblico che può così decidere quali sono le trasmissioni che preferisce guardare creandosi un vero e proprio menu personalizzato. Di seguito solo alcuni dei canali più gettonati:

Showtime la rete ammiraglia, il portabandiera, Showtime 2 e Showcase che trasmettono blockbuster, film in ateprima, serie tv, speciali, ma anche gli eventi di box e karate. Non solo, sul digitale esistono anche altri canali: Showtime Beyond il canale per gli appassionati di science fiction, film fantasy e horror, Showtime Extreme per chi ama l’avventura, i thriller, i gangster e le arti marziali, Showtime Family Zone per un pubblico più giovane, Showtime Next solo per adulti tra i 18 e i 24 anni e Showtime Women solo per donne film serie tv e speciali tutti al femminile e tanti altri ancora.

Come dicevo prima Showtime trasmette alcune delle serie più famose negli USA e non solo. Tra i programmi di maggior successo ricordiamo Dexter, un poliziotto dalla doppia identità chef a giustizia a modo suo, Weeds, una vedova della classe media di Los Angeles che si ritrova a mantenere la famiglia dopo la morte del marito vendendo marijuana, Californication, Nurse Jackie, The Tudors, The L Word, The Big C e United States of Tara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>