GF10, Mauro Marin si purifica, Crespi contro Ballando con le stelle, Adiano Celentano al Barbareschi Sciock

di Sebastiano Cascone Commenta

Lorenzo Crespi - Raz DeganChe Mauro Marin sia il personaggio più discusso dell’ultima edizione del Grande Fratello è risaputo. Nei giorni scorsi, l’imprenditore veneto è stato protagonista di un siparietto molto divertente, un rito di purificazione ai limiti del blasfemo. Flagellato da Giorgio, benedetto da Gianluca, evocato dal pio Alberto, il concorrente è oggetto di uno sfottò da parte degli altri inquilini del loft.

Mauro ha più volte dichiarato di essere entrato in casa per trovare l’anima gemella. Come pegno d’amore, il ragazzo ha pensato bene di donare un anello di famiglia alla sua possibile nuova fiamma. Peccato che, in casa, si sia sparsa la voce che il gioiello porti sfortuna. Il Purificatius-Flagellatius diventa indispensabile per eliminare ogni forma di negatività. I conquilini assecondano il gesto folle di Mauro. Diversa la reazione delle donne che scoppiano in grasse risate davanti all’indegno spettacolo.

Vita difficile per gli aspiranti ballerini di Ballando con le Stelle In settimana, Milly Carlucci ha dovuto fronteggiare l’ira funesta di Lorenzo Crespi, deluso dai giudizi poco meritocratici della giuria e assorbito dalla rivalità col collega Raz Degan. In piena protesta col programma, l’attore ha rinunciato ad allenarsi. Gli scarsi risultati si sono visti, poichè per sua stessa ammissione, Crespi si è ritrovato senza preparare il merengue di spareggio. La coppia Crespi-Titova è stata malamente salvata dal pubblico a casa, sacrificando Benedetta Valanzano, ingiustamente eliminata.

Qualcuno mi spiega il senso della telefonata di Adriano Celentano a Barbareschi Sciock? Frasi come, Sei simpatico, eh“, “È simpatica la trasmissione che fai“, “Vedo che stai bene in tv, sei sempre bello” hanno il sapore di mossa acchiappascolti, nel tentativo di recuperare una trasmissione, partita con le migliori intenzioni e arenatasi col tempo. Il calderone di gag con gli ospiti in studio ha il sapore del già visto. Giudicate voi stessi.

Rispondi