Pablo e Pedro, il duo comico romano di Zelig

di Redazione Commenta

Il duo comico Pablo e Pedro, rispettivamente Fabrizio Nardi (nato a Roma il 26 giugno del 1972) e Nico di Renzo (nato a Roma il 9 agosto del 1972), nasce artisticamente nel 1994, quando i due amici decidono di provare l’esperienza del cabaret e di lanciarsi in divertenti sketch comici in manifestazioni, feste di piazza e locali, ottenendo sempre maggior consenso da parte del pubblico.

Nel 1997 entrano a far parte del mondo dello spettacolo partecipando alla trasmissione Seven Show condotto da Alessandro Greco e scrivendo in contemporanea il loro primo, e per ora unico libro, La battuta non è il nostro forte ma sotto rete siamo imbattibili.

Da quel momento in poi le comparsate e le serate comiche in tv si moltiplicano: nel 1998 partecipano a Laboratorio 5, Scherzi a parte ed al Disney Club, nel 2000 esordiscono su Canale 5 in Beato tra le donne, Pallottole e risate, Cominciamo bene estate e Lavori in corso. Altre trasmissioni alle quali partecipano sempre in veste comica sono Goal di notte, Succo di frutta e Quelli che il calcio: nel 2003 è la volta di Stupido hotel e di qualche apparizione al Maurizio Costanzo Show, celebre per aver lanciato molti comici emergenti.

Nel 2003 Pablo e Pedro partecipano alla trasmissione comica Colorado cafè live con Diego Abatantuono: da lì il passo per arrivare a Zelig Off è breve! Attualmente possiamo ridere con le loro gag surreali su Canale 5 in prima serataZelig.

Nel corso degli anni Pablo e Pedro hanno anche partecipato a diverse performance teatrali, tra le quali si ricordano Rifiuti, Seven Show in tour, Lavori in corso, Io dico boh, Ancora non abbiamo deciso e Come se fosse: nel 1998 hanno anche preso parte ad una tournèe estera presso le forze armate nazionali ed internazionali a Sarajevo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>