Giorgio Faletti scompare a 63 anni per una grave malattia

di Antonio Ruggiero Commenta

È morto l’attore, comico e scrittore di successo Giorgio Faletti: oggi a Torino, dopo un ricovero ospedialiero presso l’Ospedale Molinette, si è spento all’etù di 63 anni; a causa della malattia, erano stati annullati tutti gli appuntamenti e gli spettacoli in calendario del carismatico artista astigiano.

La notizia della morte di Giorgio Faletti si è diffusa nelle ultime ore subito dopo la pubblicazione di un tweet da parte di Mario Calabresi, direttore de La Stampa:

È morto Giorgio #Faletti un uomo dalle tante vite, tutte ben fatte, cabarettista, cantante, scrittore, attore.

Ricordiamo che purtroppo Faletti non era in salute da diverso tempo, non a caso sul suo sito ufficiale era stata pubblicata una nota che riportiamo:

Cari amici, purtroppo a volte l’età, portatrice di acciacchi, è nemica della gioia. Ho dovuto a malincuore rinunciare alla pur breve tournée per motivi di salute legati principalmente alle condizioni precarie della mia schiena, che mi impedisce di sostenere la durata dello spettacolo. Mi piange davvero il cuore perché incontrare degli amici come voi è ogni volta un piccolo prodigio che si ripete e che ogni volta mi inorgoglisce e mi commuove. Un abbraccio di cuore. Giorgio.

Nato ad Asti il 25 novembre 1950, si è dapprima laureato in Giurisprudenza per poi darsi al cabaret, negli stessi anni in cui esordirono altri grandi della comicità italiana come Diego Abatantuono, Zuzzurro e Gaspare, Massimo Boldi e Teo Teocoli; il grande salto è stato certamente l’approdo a Drive In, ma ha partecipato diverse volte al Festival di Sanremo (sia come interprete che autore).

Sono in moltissimi a ricordare il suo esordio nel 2002 con il primo thriller, Io Uccido, che ha venduto più di quattro milioni di copie. seguito nel 2004 dal secondo romanzo Niente di Vero Tranne gli Occhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>