Home » Il Bagaglino torna … in teatro

Il Bagaglino torna … in teatro

Il mitico show del Bagaglino torna in teatro per festeggiare i 45 anni di carriera con lo spettacolo A rotta di collo, diretto da Pierfrancesco Pingitore.

Dal 26 novembre al 27 febbraio 2011 torna la brigata del Bagaglino con il mitico Pippo Franco, Martufello e Monica Riva, ma non solo, nel cast ci sarà anche il ballerino Jean Michelle Danquin, il comico Francesco Arienzo, il corpo di ballo con Federica Albasini, Eleonora Crippa, Giulia Fiume, Chiara Rosignoli, Ilenia Siciliano e Camilla Vitali.

Pingitore, in un’intervista a Libero ha detto:

Lo show ripropone le atmosfere e l’aria da ultimi giorni di Pompei che si respira, le risse continue della politica che abbiamo cercato di riprodurre a modo nostro. Facendo una satira libera e senza colore politico. Noi non siamo mai stati censurati da nessuno. La prima parte dello spettacolo farà un excursus delle scorribande e delle risse che si sono susseguite nella storia – continua Pingitore – da Caino e Abele, a Romolo e Remo, da Garibaldi e i Briganti a Osama e Obama per finire con Fini e Berlusconi. Nella seconda invece, rappresenteremo una famiglia italiana che, nel vedere la tv, manifesterà i propri differenti gusti politici

Pippo Franco è subentrato al discorso di Pingitore dicendo:

A rotta di collo’ perciò subirà continui aggiornamenti. Quello che vogliamo rappresentare è l’uomo di oggi, con le sue ansie e le sue inquietudini. Un uomo che va alla deriva e non conta più nulla

Come sempre si prenderà in giro la politica italiana, ma niente più sosia o imitatori, ed i vero protagonisti saranno una famiglia tipica italiana in chiave caricaturale: Pippo Franco veste i panni di una moglie berlusconiana, il marito, interpretato da Martufello sarà finiano, Monica Riva, la figlia dei coniugi vuole fare la velina, mentre il figlio maschio interpretato da Francesco Arienzo sarà veltroniano dipietrista, infine sarà il pubblico grazie ad un minisondaggio posto dalla moglie berlusconiana, a decretare chi tra Berlusconi e Fini sarà Caino e Abele.

Lascia un commento