Rai International, ministro Terzi: “Chiusura danneggerebbe le nostre comunità all’estero”

Il ministro degli Affari Esteri, Giulio Terzi, ha espresso le proprie perplessità per la vicina chiusura di Rai Italia (già Rai International) per mancanza di fondi da destinare alla tv satellitare riservata agli italiani all’estero (Fonte TMNews):

Mai come oggi è necessario rispondere all’esigenze dell’informazione e della proiezione culturale economica dell’Italia a livello globale. Nel mondo globale si compete sempre più anche con lo strumento informativo. Informare di meno all’estero sul nostro ‘Sistema Paese’ o anche essere meno presenti all’estero con i nostri mezzi d’informazione rischia di porci in una situazione di svantaggio sul piano nazionale rispetto ai nostri concorrenti.

Tg Rai e lottizzazione, nomi nuovi politica vecchia

Assimilazione” un termine ricco di significati, uno in particolare ha attirato la nostra attenzione tratto dal Glossario dell’educazione interculturale di Aluisi Tosolini: “La logica dell’assimilazione nega le differenze considerandole un elemento negativo da neutralizzare, un dato a cui rinunciare pena il mancato inserimento nella società. Secondo il progetto assimilativo solo l’altro deve cambiare e lasciarsi assorbire nella cultura ospitante adattandosi ad essa”. Qualcosa del genere sta avvenendo in Rai alla luce delle recenti nomine per il Tg1, un termine “assimilazione” che fa perfettamente il paio con “lottizzazione”.

Da tempo immemore potremmo dire, ma molti lo ricordano bene, la Rai non è immune dalle logiche politiche che vedono i partiti dividersi le poltrone della tv di Stato in base alla valenza dettata dal verdetto delle urne, vezzo poco elegante divenuto di recente addirittura sfacciato.

Pensare che alla vigilia delle nomine, Giorgio Merlo, deputato di area Pd e vice presidente della commissione di vigilanza Rai aveva dichiarato:“Tutti sappiamo che la credibilità del servizio pubblico radiotelevisivo deriva anche dai criteri che accompagnano la nomina dei suoi dirigenti a cominciare dai direttori di reti e di testate giornalistiche. E il metodo della ‘condivisione’ da parte del Cda, come ci ricorda giustamente il presidente Garimberti, è indubbiamente un fatto positivo e da apprezzare”.

La Rai al salone del libro: i programmi che dedicherà da domani alla manifestazione

Ancuni programmi della Rai da domani, giovedì 14 maggio, fino a lunedì 18, ci dararanno appuntamento dalla Fiera Internazionale del Libro di Torino 2009.

Durante i giorni della Fiera, mamma Rai ha deciso di essere protagonista dell’evento (che vede attorno a sé, convegni, dibattiti, anteprime dei libri, scrittori, giornalisti e molte altri personaggi), grazie allo stand di 600 metri quadrati con due palchi, uno con videowall per fare le dirette Rai e produzione Rai Eri e l’altro per le trasmissioni radiofoniche.

Raidue venerdì 15 maggio alle 18, assieme a Roberto Giacobbo conduttore del programma Voyager, presenterà il libro 2012: La fine del mondo?, inoltre Giacobbo e lo staff di Voyager risponderà alle domande dei ragazzi nella trasmissione Ragazzi c’è Voyager. Il Tg2 aprirà dei collegamenti con la Fiera a Tg2Punto.it e domenica 17 Quelli che il calcio … si collegheranno con la Fiera del Libro.