Ragion Di Stato, film tv in due parti su Rai 1 il 12 e 13 Gennaio con Luca Argentero

I servizi segreti italiani, il dramma della guerra, la ragione e il sentimento: questi gli ingredienti principali di Ragion di Stato, il nuovo film di Marco Pontecorvo che va in onda lunedì 12 e martedì 13 gennaio, in prima serata su Rai 1.

Ambientato cinque anni fra l’Italia, il Libano e l’Afghanistan, Ragion di Stato è un’appassionante spy story che racconta della tregua trattata dai Servizi segreti italiani con i capi talebani.

Il delitto di via Poma su Canale 5

Il 7 agosto del 1990 in un condominio del quartiere Prati, a Roma, in Via Poma 2, al terzo piano, nell’ufficio dell’Aiag, Simonetta Cesaroni veniva assassinata con 29 colpi inferti da un arma a doppio taglio. Oggi, a 21 anni di distanza, la III corte d’Assise di Roma ha condannato Raniero Busco, il fidanzato della ragazza allora ventunenne, a 24 anni di carcere e al pagamento delle spese processuali. Ma inquirenti, criminologi, giornalisti, pm e giudici aspettano con ansia il risultato della corte d’Appello perché convinti che le prove siano insufficienti ad inchiodare l’uomo.

Il mostro di Firenze, su Fox Crime arriva una delle pagine più misteriose della cronaca nera italiana

Da questa sera su Fox Crime va in onda Il mostro di Firenze, la miniserie tv prodotta da Wilder per Fox Channel Italy, diretta da Antonello Grimaldi, scritta da Daniele Cerasano, Barbara Petronio e Leonardo Valenti, che ripercorre uno dei casi giudiziari più discussi, complessi e misteriosi della nostra storia recente.

La fiction, in sei puntate, racconta la storia di Renzo Rontini, un uomo deciso a sacrificare il suo lavoro, i suoi risparmi e la sua salute, per scoprire l’identità dell’assasino di sua figlia, un serial killer che tra il 1968 e il 1985 ha seminato il panico nelle campagne intorno a Firenze compiendo otto duplici omicidi.

Nel cast, tra le 700 comparse e i circa 120 ruoli primari e secondari, figurano: Ennio Fantastichini (Renzo Rontini), Marit Nissen (Winnie), Nicole Grimaudo (il magistrato Silvia della Monica), Giorgio Colangeli (il commissario Michele Giuttari), Bebo Storti (il procuratore Pierluigi Vigna), Marco Giallini (il capo della squadra anti mostro Renzo Perugini), Corso Salani (il pubblico ministero Paolo Canessa), Duccio Camerini (il giudice Mario Rotella), Massimo Sarchiella (Pietro Pacciani, l’uomo accusato di essere il mostro), Massimo Bianchi e Francesco Burroni (i “compagni di merende” di Pacciani), Pietro De Silva (l’avvocato Fioravanti, difensore di Pacciani) e Sergio Albelli (Patrizio Pellegrini, l’avvocato della famiglia Rontini).

Fidati di me: la quarta e ultima puntata


Finalmente ci siamo: siamo giunti alla fine della complicata vicenda. Finalmente mettiamo le mani su quelle che sono le verità dietro alle complesse vicende che si erano delineate nella scorsa puntata.

Avevamo lasciato Nico (Giorgio Colangeli) incarcerato a Lubiana, accusato, ingiustamente, dell’omicidio della prostituta che era col marito di Elena (Virna Lisi) al momento in cui questi era morto. E’ necessario un intervento dall’alto, dato che la situazione n on semrba immediatamente risolvibile.

Ecco il deus ex machina: giungono a Lubiana niente meno che il Commissario Ragusa (Massimiliano Benvenuto) e il Giudice Claudia Marsili (Helene Nardini) che scagionano completamente Nico dall’accusa di omicidio nei confronti della prostituta slava; riescono quindi tutti a far ritorno a Milano.

Virna Lisi diventa un magistrato per fidati di me in onda su Raiuno

Virna Lisi torna in televisione come protagonista di Fidati di me, una miniserie di quattro puntate, che andrà in onda da Domenica 7 settembre su Raiuno.

Elena Donati (Virna Lisi) è un magistrato in pensione, che si gode la vita sulle rive del lago di Como. Un giorno la polizia interrompe la sua pace per comunicarle che sua figlia Martina (Claudia Zanella) ha quasi ucciso la sua piccola bambina Alma (Giulia Bellu).