Last Cop – L’ultimo sbirro su Raiuno

di Sebastiano Cascone 2

Rai1, a partire da stasera alle 21.20, presenta al pubblico italiano la serie-evento Last Cop – l’ultimo sbirro, che ha già catturato l’attenzione di tedeschi e francesi che ne hanno decretato il successo regalandole ascolti importanti.

Dopo essere stato in coma per vent’anni, il commissario Mick Brisgau si risveglia ritrovandosi in un mondo completamente cambiato. Il reinserimento nella vita professionale non è facile: Mick aveva 25 anni quando venne ferito. Pur essendo uno dei più bravi, i suoi metodi, tollerati negli anni passati, erano poco ortodossi. Ora la polizia segue regole più rigide ed è meno flessibile. Inoltre, lo sviluppo tecnologico degli ultimi due decenni ha introdotto nella pratica quotidiana nuovi strumenti di indagine a lui sconosciuti come il test del Dna, i navigatori Gps, i telefoni cellulari e internet. Non sarà facile riprendere il lavoro, senza considerare che il nuovo collega ha la metà dei suo anni e ne sa il doppio di lui.

A disorientare Mick non è solo la vita professionale, ma anche quella personale dove sono avvenuti non pochi cambiamenti: la moglie, dopo aver atteso a lungo il suo risveglio e perse tutte le speranze, si è rifatta una vita. Il suo nuovo compagno è il collega della scientifica di Mick. La figlia è ormai grande e si può dire che il padre non lo conosce affatto. Sarà tutto da ricostruire. Ad aiutarlo in questa impresa ci sarà la psicologa Tania, assegnata dal dipartimento per affiancarlo in questo difficile percorso.

Nel primo episodio, Il Risveglio, il commissario Mick Brisgau si risveglia dopo vent’anni di coma. Reintegrato in servizio, viene affiancato dal giovane e il primo caso che devono risolvere riguarda l’omicidio di un uomo appena uscito di prigione. I sospetti cadono sul proprietario e sul gestore di una palestra. Nel secondo episodio, La morte di Babbo Natale, l’indagine riguarda il misterioso omicidio di un uomo vestito da Babbo Natale trovato morto nella canna fumaria di un caminetto. La vittima, Hinnrich Remmers, conduceva una doppia vita. I sospetti si concentrano sulle sue due compagne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>