Tinni Andreatta presenta il piano fiction Rai 2015

di Emma Commenta

La fiction Rai è stata molto apprezzata dal pubblico italiano nel 2014 e ovviamente l’azienda spera di bissare il successo anche nel 2015 con un investimento pari a 196 milioni di Euro che offre qualità e varietà in onda su Rai 1.

Già pronto il ricco piano fiction Rai 2015 presentato pochi giorni fa dal direttore di Rai Fiction Tinni Andreatta.

La serialità trasforma il racconto in un grande romanzo e parla con un linguaggio d’immagini, che permette di superare il limite dell’idioma nazionale sui mercati mondiali…Grazie alla maturità dei produttori italiani, abbiamo abbassato il costo medio orario senza ridurre qualità e varietà delle produzioni… Un grande lavoro di ricerca e sviluppo, insieme alla pubblicazione on line della nostra linea editoriale, alla scelta sia di attori affermati sia di facce nuove e all’ampliamento a 28 delle società di produzione coinvolte nel Piano 2015, rispetto alle 22 del Piano precedente.

 

Ha detto la Andreatta, ma che cosa vedremo in televisione nelle prossime settimane e nei prossimi mesi? Fra le nuove proposte, L’Allieva, una serie composta di 12 episodi da 50 minuti tratta dai romanzi Alessia Gazzola su una studentessa di medicina legale. Dai romanzi di Maurizio De Giovanni sarà tratta la serie I Bastardi di Pizzofalcone, mentre la famiglia al centro di Tutto può succedere e di Di padre in figlia, storia in 4 puntate di una famiglia di imprenditori veneti scritta da Cristina Comencini e Francesca Marciano.

Torna anche Vanessa Incontrada con La classe degli asini, mentre L’Aquila – Grandi speranze racconta la storia di un gruppo di adolescenti nella città colpita dal terremoto.

Beppe Fiorello interpreta il sindaco Angelo Vassallo, primo cittadino di Pollica, assassinato nel 2010 in Il sindaco pescatore e il poliziotto Roberto Mancini in Io non mi arrendo. Tra i progetti anche una miniserie su Studio Uno, La mafia uccide solo d’estate, serie tratta dal film diretto da Pif, Le nozze di Laura di Pupi Avati e il ritorno del Il Commissario Montalbano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>