Raccontami episodio II : seconda puntata

di Enrico Nanni 4

Continuano le vicende della famiglia Ferrucci, nel colorato contesto dell’Italia degli anni 60. Torna a Roma la moglie di Guido (Andrea Bosca), Caroline (Sascha Zacharias), con in grembo una buona nuova: anche lei sta infatti aspettando un bambino; questa nuova serie è decisamente all’insegna della procreazione, delle nuove vite, e dei passaggi generazionali.

E’ evidente che Guido riscontra delle notevoli difficoltà nel riavvicinamento con Titti (Carlotta Tesconi). Quest’ultima quindi parla con Ernesto, un pacato compagno di studi. Tra di loro si instaura un vero e proprio rapporto, anche se apparentemente di tipo esclusivamente mentale/intellettuale.

La famiglia viene quindi messa a parte dell’inatteso fidanzamento. Le turbolente vicende familiari dei nostri protagonisti procedono dunque senza tregua. Andrea (Edoardo Natoli) è infatti alle prese con un problema di notevole attualità: sta cercando casa. Il tempo passa, ma i problemi rimangono gli stessi.

Andrea, espressione delle aspirazioni e dei desideri di allora, vuole per la sua famiglia una bella casa in un ospitale quartiere signorile.

Nel frattempo c’è chi ha già risolto: la casa di Guido e Caroline è infatti ultimata. Sempre alla volta della ricerca dell’immobile, Andrea viene coinvolto in una situazione di rischio a sua insaputa. Sophia infatti lo porta con sè al circolo del tennis, paventando la possibilità che il suo sogno si realizzi.

Con un pò di insistenza il giovane convince il padre a concorrere ad un appalto relativo a una nuova scuola, ma elabora un preventivo minore, dietro errato consiglio di Sophia, senza che il padre sappia alcunchè.

Andrea non sospetta tuttavia il legame di Sophia con Livio Sartori (Ivano Marescotti); si tratta proprio di lui, l’acerrimo nemico giurato di suo padre, che vede questa vicinanza come un’occasione per fare di Andrea ciò che non è riuscito a fare del di lui padre.

Uomo sicuro e scaltro, Sartori non ha alcun dubbio sulla riuscita del suo piano. La certezza della sua vittoria è tale che scommette con l’assessore Mintrucchi sull’esito del suo piano. La posta in gioco, come è facile immaginare, è molto alta: si tratta infatti dell’edificabilità del terreno che ha comprato.

Il terreno in questione non è altro che quello su cui sorge la borgata abusiva in cui è tornato a vivere Rocco (Fabio Ghidoni) con sua sorella Maria.

Fortunatamente il piano di Sartori deve essere fermato, almeno per il momento: Luciano (Massimo Ghini), da bravo ed entusiasta deus ex machina, annuncia ad Andrea e Francesca di aver comprato per loro la casa dove abitava il maresciallo Mollica.

Siamo alla seconda puntata e le vicende sono già nel vivo, con gli intrecci tra i vari personaggi che prendono forma e cominciano a gettare chiarezza anche sui rischi concreti che sta correndo Luciano. I fatti della famiglia Ferrucci fanno l’occhilino all’Italia di allora, dando quel senso di ricollocazione storica che non guasta mai.

Commenti (4)

  1. Certo che la casa di Guido e sua moglie è splendida , peccato che Guido ama Titti , lo sanno tutti che storia d’ amore nascerebbe tra loro due ! E Caroline , anche se non lo meriterebbe , dovrebbe stare con Andrea … Le carte si sono mischiate , gli amori scambiati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>