Il commissario Montalbano piace agli inglesi!

di Diego Odello 3

Inspector Montalbano, il nostro conterraneo Commissario Montalbano, sta spopolando in Inghilterra: la serie, trasmessa per la prima volta sul canale satellitare pubblico BBC4, unica fiction italiana comperata dalla BBC dai tempi de La Piovra, ha gli indici tra i più alti della rete.

La serie, che attualmente fa parte di un ciclo sui migliori commissari in tv d’Europa, dopo i primi due episodi, Gita a Tindari (Excursion to Tindari) e Gli arancini di Montalbano (Montalbano’s Croquettes), potrebbe essere acquistata in toto dalla televisione inglese, che ha già cominciato la trattativa con Rai Trade.

Del successo di Montalbano parla Carlo Nardello (fonte Adnkronos), amministratore delegato di Raitrade, che si sofferma sul ruolo fondamentale della serie per la promozione del nostro Paese:

Non mi stupisce il successo di Montalbano. La promozione di immagini positive del nostro Paese, non solo aiuta il turismo, ma risponde ad una sentita domanda internazionale. Le Location delle fiction Montalbano sono fantastiche e fanno innamorare. Gli stranieri, che pure sono bombardati da un’informazione negativa sul nostro Paese istintivamente attribuiscono all’Italia il primato della bellezza architettonica e paesaggistica. Ce lo dobbiamo ricordare quotidianamente. Come operatori della comunicazione che lavorano nel servizio pubblico abbiamo un dovere pubblico: non solo siamo moralmente obbligati a promuovere la nostra cultura nel mondo, ma dobbiamo impegnarci per restituire al nostro paese la dignità e il rispetto che merita. Le immagini possono molto.

Il produttore esecutivo Carlo Degli Esposti dice:

Per me che sono un artigiano a tutti gli effetti questo risultato ripaga della dedizione al lavoro e del continuo tentativo di fare meglio. Inutile dire che certi risultati si devono all’altissimo livello dell’intera squadra coinvolta, capitanata dal protagonista Luca Zingaretti e dal regista Alberto Sironi.

Peccato non conoscere i dati d’ascolto precisi ottenuti dall’ispettore più seguito d’Italia. Di certo non è una sorpresa che serie simili possano dimostrare la qualità e le capacità della serialità italiana.

Rispondi