Discovery Channel contro l’Auditel: non è uno strumento veritiero

di Redazione Commenta

L’Ad di Discovery Channel, Marinella Soldi, è scesa in campo contro l’Auditel. Soldi, ascoltata alla commissione Trasporti, Poste, Telecomunicazioni della Camera, ha espresso qualche dubbio su un metodo di rivelazione degli ascolti risalente al 1984, dunque, troppo obsoleto e non più capace di rilevare il mercato in maniera veritiera.

Come riportano alcuni siti online, Soldi ha sottolineato che l’Auditel sottostima il mercato “nuove emittenti digitali”. Pur apprezzando l’intenzione di allargare a 15mila famiglia le rivelazioni degli ascolti, l’Ad di Discovery Channel ha sottolineato che sia le ricerche legate allo Smart Panel di Sky e risultati eseguiti dalla rete sono ben diversi da quelli della società Auditel.

Per la Soldi, il sistema di rivelazione degli ascolti non sarebbe più attendibile:

Rimane il dubbio che l’attuale sistema di rilevazione Auditel possa non più rispecchiare e monitorare la complessità del mercato e dell’offerta televisiva.

Auditel, in oltre, è molto in ritardo rispetto alle novità televisive. Discovery vuole che venga creato un nuovo ente e che prenda in considerazione i risultati degli altri canali. Già da tempo Sky aveva attaccato fortemente il sistema italiano che si occupa di rilevare gli ascolti TV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>